Tu sei qui

SBK, WSS: Van der Mark è campione del mondo

Un grande duello con Marino e Cluzel premia alla fine l'olandese. Il portacolori MV Agusta cade e consegna ufficialmente il titolo

Con una sceneggiatura degna di un film di John Woo, Michael van der Mark conquista il gran premio di Jerez de la Frontera e si laurea campione del mondo Supersport.

 

Il giovane olandese aveva posto le basi nei giorni precedenti per realizzare un fine settimana perfetto, dominando tutte le sessioni cronometrate. Il giorno della gara però, si sa, è sempre qualcosa di diverso. Si possono piazzare tutte le pedine alla perfezione, ma fare scacco matto è un'altra cosa.

 

Così, pronti via ed il giovane principe, non ancora re, dopo un lungo alla prima staccata, ha lottato strenuamente per tutti i diciannove giri per avere la meglio su di uno scatenato Florian Marino ed un Jules Cluzel pronto, anzi prontissimo a vender cara la pelle. Ha duellato, spalla a spalla contro i suoi rivali, rimanendo sempre lucido quando sia il portacolori Kawasaki che il suo contendente in sella alla MV Agusta rintuzzavano i suoi attacchi. Sorpassi e controsorpassi, errori e rimonte, ma sopratutto, un verdetto non scontato.

 

A due giri dal termine, il colpo di scena, quello che in un film di John Woo sarebbe stato preceduto dal volo delle colombe. In questo caso, si è trattato di una staccata all'ultima curva, con Cluzel, afflitto invero da problemi al cambio in scalata, che si infila interno su Marino e Van der Mark. L'anteriore chiude, la MV Agusta va in terra e Marino inchioda per non centrare il suo contendente. Ne approfitta Van der Mark che riceve il migliore dei regali ad un giro dal termine: passerella finale e vittoria di gara e titolo.

 

"Non ci posso ancora credere! Oggi è stato difficile, è stata una grande lotta" ha detto emozionatissimo in parco chiuso il neo campione del mondo "Ho cercato di rallentare, ma era una gara e alla fine volevo vincere. Jules è stato forte ma alla fine ho dimostrato di essere stato il migliore quest'anno. Questo è il modo migliore di vincere il campionato. Voglio ringraziare tutti, sopratutto mio padre. Non vedo l'ora di tornare da lui, perchè è grazie a lui che sono qui".

 


Dal groviglio finale in seconda posizione giunge Patrick Jacobsen che riesce a resistere un Florian Marino grande protagonista di Jerez, ad un soffio dalla vittoria. Quarta piazza per Jack Kennedy, davanti a Kev Coghlan e Lorenzo Zanetti, che nelle fasi finali ha ceduto il passo. Settimo Rolfo davanti a Wilairot e Alessandro Nocco nono a precedere il suo compagno di squadra Roberto Tamburini.

 

Da segnalare la tredicesima posizione di Kenan Sofuoglu, partito ultimo dalla pit-lane. Protagonisti e attori di un gran premio molto incerto ed esaltante, ma con i titoli di coda che scorrono, co-protagonisti nel giorno di Van der Mark. Il principe è diventato Re, riportando il titolo piloti alla Honda dopo l'alloro del 2010 di Kenan Sofuoglu.

 


CRONACA DI GARA

 

Tutto è pronto per il via della gara di Jerez del campionato Supersport. 19 i giri in tutto. La griglia: Vd aArk, Zanetti, Marino, Jacobsen, Wilairot, Kennedy, De Rosa, Rolfo, Cluzel.

 


Partenza valida. Ottimo spunto di Van der mark che arriva però lungo alla prima staccata. Prima posizione per Marino davanti a Zanetti. Parte dalla pit lane Sofuoglu, decisamente attardato. Si arriva alla Dry Sac con Marino che mantiene la vetta, braccato da Zanetti e Jacobsen. Buono spunto per Cluzel che si trova in quarta piazza mentre Van der Mark è solo settimo.

 

- 18 giri al termine: Alla prima staccata, Van der Mark passa Wilairot e punta immediatamente Kennedy. Nel frattempo Jacobsen ha superato Zanetti: le due Kawasaki Intermot in pima e seconda piazza. Leggero lungo di Cluzel alla Dry Sac, superato da Kennedy.

- 17 giri al termine: giro più veloce di Jacobsen in 1'45.225. Il gruppo comunque rimane estremamente compatto. Dieci piloti in un secondo e mezzo. Retrocede ancora Zanetti, superato da Kennedy, ma alla Dry Sac il bresciano torna secondo.

- 16 giri al termine: Zanetti prova alla Pons il sorpasso su Marino, ma arriva leggermente lungo.

 

- 15 giri al termine: dalla bagarre, invero dettata da molti errori, Marino cerca di approfittarne, supportato ora da Jacobsen. Cluzel sembra estremamente veloce, ma commette un errore in curva uno. Ne approfitta ancora una volta Zanetti che si riporta in terza piazza. Rimane più guardingo Van der Mark in quinta piazza, ma proprio all'ultima curva passa il suo compagno di squadra.

 

Nel frattempo Kenan Sofuoglu è riuscito a riagganciarsi al gurppo, cominciando a superare gli ultimi.

 

- 14 giri al termine: Van der Mark arriva alla Dry sac e supera Jules Cluzel. L'olandese è scatenato e passa all'ultima curva anche Jacobsen portandosi in seconda posizione.

 

- 13 giri al termine: in questa condizione, Van der Mark sarebbe campione. Cluzel non ci sta e si porta in terza posizione. Il francese è scatenato e supera alla curva Angel Nieto anche il suo rivale al titolo.

 

- 12 giri al termine: la situazione vede in prima posizione Florian Marino davanti a Jules Cluzel e Michael Van der Mark. Il portacolori MV Agusta però sembra avere un ritmo migliore, più velocità, ma proprio alla Dry Sac rischia di tamponare Marino e arriva leggermente lungo. Si torna alla situazione di due giri fa: Marino davanti a Van der Mark con Cluzel che ora apre un trenino composto da Zanetti, Jacobsen, Kennedy. All'ultima curva, Van der MArk prova l'attacco ma arriva leggermente lungo.

 

- 11 giri al termine: alla curva sette Van der Mark allarga per non prendere Marino, e ne approfitta proprio Cluzel. Caduta per De Rosa. L'italiano riprende la corsa, ma oramai la gara è compromessa

 

- 10 giri al termine: Con Cluzel secondo davanti proprio a Van der Mark, il campionato vede un distacco tra i due di 49 punti. L'olandese ancora non sarebbe campione per un punto. Scatenato Cluzel che alla curva dieci, la Peluqui, si porta in prima posizione.

 

- 09 giri al termine: Cluzel in prima posizione. Ora bisognerà vedere se il francese ha il ritmo per scappare. Marino rimane in seconda piazza ma è braccato da Van der Mark che prova addirittura esterno alla curva 4. Lungo di Cluzel alla Dry Sac e sia Marino che Van der Mark entrano in maniera piuttosto decisa . Ma il pilota MV Agusta non ci sta e alla curva nove si riporta in seconda piazza.

 

- 08 giri al termine: Ancora un lungo in staccata di Cluzel alla curva uno, ed ancora una volta ne approfitta Van der Mark, di nuovo secondo. E' oramai lotta aperta tra Cluzel e Van der Mark. Alla Pons i due si riscambiano la posizione, poi di nuovo alla Dry Sac dove Cluzel perde una posizione anche nei confronti di Jacobsen. Cluzel però oggi è estremamente motivato e torna terzo

 

- 07 giri al termine: Van der Mark si porta in vetta alla Dry Sac. Ora l'olandese proverà a fare il vuoto nei confronti di Marino. In mezzo giro ha guadagnato più di tre decimi

 

- 06 giri al termine: ancora un leggero lungo in staccata Cluzel che da un pò di giri patisce un evidente problema con il cambio, tallone d'achille della moto varesina. Torna in vetta ancora una volta Marino.

 

- 05 giri al termine: mentre in testa la lotta rimane dura, dietro Kenan Sofuoglu continua la sua rimonta. Ora il turco è sedicesimo, con nel mirino Massimo Roccoli. In testa il duo Marino-Van der Mark ha preso qualche metro su Cluzel, braccato anche da Jacobsen e Kennedy.

 

- 04 giri al termine: Lungo di Marino che permette a Van der Mark di tornare in testa. Il francese però è estremamente competitivo quest'oggi e torna in testa alla frenata della Dry Sac. Cluzel alla curva nove, ancora una volta, prova ad infilarsi su Van der Mark, prendendosi poi la seconda piazza.

 

- 03 giri al termine: Caduta per Massimo Roccoli. L'italiano era 15esimo. Davanti il gruppo è comunque compatto con cinque piloti potenzialmente in lotta per la vittoria

 

- 02 giri al termine: ancora una volta problemi in staccata per Cluzel. Marino e van der Mark appaiati in staccata alla curva otto, i due si sfiorano in piega ma Marino resiste. All'ultima staccata Cluzel arriva leggermente lungo interno, ma evidentemente con i continui problemi in staccata arriva troppo forte e perde l'anteriore. Gara finita per Cluzel che ha costretto anche Marino alla frenata. Van der Mark è primo ed è Campione del Mondo

 

- ultimo giro: passerella per Van der Mark che conquista la vittoria con un pizzico di fortuna e conquista il titolo di campione del mondo Supersport. Dietro in seconda posizione Jacobsen davanti a Marino e Kennedy

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti