Tu sei qui

Moto2, FP2: Kallio risponde a Corsi

Il finlandese soffia il miglior tempo al compagno Rabat, 4° Corsi, 8° De Angelis

Non ha voluto perdere tempo Mika Kallio. Dopo il terzo tempo della mattinata, nella seconda sessione di libere è arrivata la risposta del pilota finlandese. L’alfiere della Kalex registra il miglior riscontro della FP2, fermando il cronometro sull’1’25”333, un decimo e mezzo meglio rispetto al prestazione di Corsi nella mattinata. Nonostante alcune difficoltà lamentate nel tratto centrale durante il turno inaugurale, Kallio è riuscito a risolvere i propri problemi, strappando caschi rossi in tutti i settori della pista.

Sessione che ha visto il dominio degli alfieri del Team Marc VDS Racing, tanto che all’inseguimento del finlandese c’è Tito Rabat, che per soli 74 millesimi si è visto soffiare nel finale il miglior tempo. L’attuale leader del mondiale è in crescita, mentre lo svizzero Aegerter (+0.255) conferma il proprio potenziale sulla Suter, strappando il terzo tempo a oltre due decimi dalla vetta.

In discesa invece Simone Corsi (+0.369), che dopo aver ottenuto il miglior riscontro cronometrico nella FP1 è costretto ad accontentarsi del quarto posto a poco più di tre decimi da Kallio. L’ultimo turno del venerdì ha dimostrato ancora una volta gran bagarre, tanto che in un secondo sono racchiusi ben diciannove piloti.

A tenere alta la bandiera di casa ci ha pensato Sandro Cortese (+0.454), autore del quinto tempo davanti allo svizzero Luthi (+0.464) e al belga Simon (+0.521). Buone risposte arrivano anche da Alex De Angelis (+0.528), che dopo il mattino si riconferma nella top ten con l’ottavo posto, precedendo millesimi Krummenacher (+0.536) e Salom (+0.553).

In crescita la Kalex di Mattia Pasini, la quale risale a ridosso dei primi dieci a meno di ottonta millesimi. Chi sembra avere difficoltà sono i debuttanti Maverick Viñales (+1.097) e Jonas Folger (+1.245). Il campione di Moto3 ripete la prestazione del mattino, non riuscendo ad andare oltre il diciannovesimo posto a un secondo dai primi. Peggio va all’alfiere del Team AGR, che sul tracciato del Sachsenring gioca in casa, soltanto ventiduesimo e autore di un fuoripista nel finale senza conseguenze.

Alle spalle del pilota tedesco Lorenzo Baldassarri (+1.301), sfortunato anche lui nel cadere alla curva quattro senza, mentre Morbidelli è 17°. Soddisfatto il pilota Italtrans, anche se sottolinea che bisogna migliorare nella parte mista. Tra le cadute, anche quella di Axel Pons, 31°, seguito tre posizioni dietro da Nina Prinz.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti