Tu sei qui

MotoGP, Pedrosa: tolti i punti...al braccio

Dani rallentato al Mugello dal gonfiore, 10 giorni di assoluto riposo prima di Montmeló

Se ai punti in campionato potessero sommarsi quelli di sutura, Dani Pedrosa avrebbe certamente più di tre titoli iridati nel suo palmares. Il pilota Honda, pur senza subire infortuni quest'anno, ha condiviso su Twitter due foto dove mostra una cicatrice degna di Frankestein sull'avambraccio, prima a Le Mans con tanto di graffette post-operazione, poi al Mugello.

Pedrosa è stato infatti operato per risolvere la cosiddetta sindrome compartimentale, problema tipico dei motociclisti. L'intervento spiega anche la gara chiaroscura dello spagnolo, a 14 secondi dal compagno di squadra sul traguardo. Il dott. Mir ha infatti evidenziato un gonfiore eccessivo dell'arto dopo la gara italiana, ordinando a Pedrosa quanto più riposo possibile in vista del prossimo appuntamento, tra due settimane a Barcellona.

E sarebbe sbagliato citare il fatto che la sola staccata dura al Mugello sia la San Donato come accusa nei confronti del piccolo spagnolo. I continui cambi di direzione nelle cinque varianti presenti mettono infatti a dura prova gli avambracci, specialmente per un peso piuma come lui. A questo proposito, pare che lo spagnolo superi di poco i 50 chili con tuta e casco addosso, meno di un terzo della moto che guida.

"C'è un proverbio cinese che uso da quando sono piccolo. Una tigre non perde il sonno per le opinioni delle pecore", ha scritto poi su Twitter. Verissimo, ma accanto a lui nel box Honda sembra esserci un altro predatore, insaziabile.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti