Tu sei qui

Moto3, Fenati: possiamo ancora migliorare

Antonelli: "un problema tecnico ci ha rallentato, ma siamo riusciti a recuperare"

La Moto3 ha riservato buone sorprese all’Italia nel primo giorno di prove in Qatar. Romano Fenati, atteso sulla KTM con lo squadrone Sky VR46, non ha fallito mettendosi davanti a tutti nelle due sessioni. Ha confermato anche i buoni risultati dell’inverno Niccolò Antonelli, 4°, e nei primi dieci si è piazzato anche Pecco Bagnaia. Un po’ più in comprensibile difficoltà i due debuttanti Bastianini e Locatelli, 22° e 24, mentre Ferrari non è andato oltre il 26° posto.

Romano Fenati: “La squadra ha lavorato bene, sono contento della moto. Gli altri si sono però avvicinati molto, questa è la dimostrazione che non bisogna mai abbassare la guardia. Sono felice per questo esordio, stiamo lavorando nella direzione giusta e cercheremo di migliorarci ancora, turno dopo turno”.

Francesco Bagnaia:Sono soddisfatto, ma adesso che siamo arrivati qui bisogna fare uno step in più. Quest’anno il livello è davvero alto, gli altri sono andati sette decimi più forti rispetto al record della pista. Sono comunque contento di quello che hanno fatto i miei tecnici. La pista mi piace e domani faremo sicuramente degli altri passi in avanti”.

Niccolò AntonelliNiccolò Antonelli: Oggi è andata bene, anche se purtroppo abbiamo praticamente perso quasi tutto il primo turno di prove a causa di un problema tecnico alla moto. Fortunatamente siamo riusciti a risolverlo in fretta e nel turno successivo siamo tornati dove ci aspettavamo di essere. Anche su questa pista, in condizioni differenti da quelle solitamente incontrate durante i test invernali, mi sono trovato subito a mio agio con la moto. Ovviamente essendo soltanto al primo giorno del weekend di gara c’è ancora tanto da fare: controlleremo bene tutti i dati raccolti oggi e domani lavoreremo sulla ciclistica provando a migliorarci sia sul giro veloce che sul passo di gara”.

Enea Bastianini:Finalmente è arrivato il giorno del debutto in gara e sono molto contento perché  è andato tutto molto bene: dobbiamo migliorare il comportamento della moto in entrata di curva, ma soprattutto io ho bisogno di ancora un po’ di tempo per arrivare ad interpretare al meglio questa pista, che non avevo mai visto prima. Rispetto ai test, poi, i tempi sono molto più ristretti e i piloti più esperti sanno ovviamente sfruttare meglio il poco tempo a disposizione: prenderò esempio da loro. Oggi mi sono un po’ affaticato ma avrei fatto volentieri un altro turno di prove!”.

Andrea LocatelliAndrea Locatelli: "Sono contento. Nella prima sessione per me tutto era nuovo: la pista, ma anche il fatto di girare per la prima volta in notturna. Ho speso tutto il tempo a disposizione delle prime libere per individuare le giuste traiettorie, ma già con questi riferimenti nel secondo turno tutto per me era più chiaro e sono riuscito a migliorarmi di parecchio. Penso sia stato un inizio positivo, la squadra è carica e abbiamo iniziato bene questo primo weekend di gara della stagione. Sono convinto ci sia un grande margine di miglioramento da metter in mostra già domani".

Matteo Ferrari: "Inizialmente abbiamo faticato un pò, ma progressivamente siamo riusciti a realizzare dei significativi passi avanti. Stiamo ancora cercando di trovare la messa a punto ideale della ciclistica e, per quanto mi riguarda, adattare sempre più il mio stile di guida alla Mahindra. Al termine di questi primi due turni di prove libere abbiamo le idee più chiare: la squadra sa dove intervenire per perfezionare il set-up, io so dove posso migliorarmi nelle prossime sessioni".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti