Tu sei qui

Moto3, FP2: inarrestabile Fenati, risale Antonelli

Qatar: l'ascolano (1º) da record. Il romagnolo (4º) chiude un poker di KTM al vertice

Romano Fenati ci ha preso gusto. Dopo essersi aggiudicato la prima sessione di prove libere della Moto3 in Qatar, l'ascolano del team Sky VR 46 si è ripetuto nella FP2, limando un secondo ai propri riferimenti e stabilendo il nuovo record di categoria sul circuito di Losail (il precedente era il 2'06.839 di Folger nel 2013).

Grande equilibrio al vertice, con dieci piloti in un secondo, ma le KTM continuano ad occupare le posizioni di maggior prestigio dopo un iniziale assalto da parte di Alex Marquez su Honda (sesto alle spalle del compagno di marca Alexis Masbou nella classifica finale): Miller e Antonelli, risaliti rispettivamente fino alla terza e quarta posizione, completano il poker al vertice della Casa austriaca.

LA CRONACA – Dopo essere stato preceduto da un trio di KTM, Alex Marquez entra in pista con il coltello tra i denti e comincia a martellare giri veloci fino a scendere a 2'06.647, circa mezzo secondo più veloce del miglior tempo di Romano Fenati nella FP1. Il fratello di Marc precede lo stesso ascolano, Jakub Kornfeil, Alex Rins e Francesco Bagnaia. Migliora anche Niccolò Antonelli, ottavo (+1.068).

Quando mancano poco meno di dieci minuti alla fine, Jack Miller guida la riscossa KTM portandosi in testa con un 2'06.427. L'australiano precede provvisoriamente Kornfeil (+0.204), Marquez (+0.220) e Fenati (+0.416). I caschi rossi lampeggiano sui monitor, ma il traffico in pista complica la vita ai piloti. Sia Fenati che Antonelli ne accendono, ed il pilota di Cattolica capitalizza risalendo fino alla terza posizione (+0.361). Anche Bagnaia sigla il proprio miglior giro, in decima posizione assoluta. Il più veloce, tuttavia, è Kornfeil (2'06.190).

Sotto la bandiera a scacchi, il ceco e Fenati duellano a distanza. La spunta l'italiano sul filo di lana per soli 22 millesimi, con un 2'06.168. Seguono Miller, Antonelli, Masbou, Marquez, Isaac Viñales, McPhe, Rins e Bagnaia. I primi dieci sono racchiusi in un secondo. Più attardati gli altri italiani, staccati di due secondi: Enea Bastianini è 22º davanti alle Mahindra di Alessandro Tonucci ed Andrea Locatelli. Ventiseiesimo tempo per Matteo Ferrari.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti