Tu sei qui

MotoGP, Rossi: bella stagione ma soddisfatto a metà

"Oggi non sono riuscito a essere competitivo come ieri e non capisco il perché"

Oggi per Valentino è finito ufficialmente il suo 2013 in MotoGP e forse non nel modo che si aspettava. Lo dicono il cronometro e la classifica finale, il primo recita 1’31”414, peggio di ieri anche se a meno di un decimo, la seconda parla di un 7° posto dietro a Smith. “In generale posso parlare di buoni test, anche se oggi ho fatto più fatica e non sono stato particolarmente veloce. Neanche con la gomma morbida sul finale sono riuscito a migliorare più di tanto. Non ho capito completamente il perché”, ammette il Dottore.

Qual è stato il programma?

Abbiamo provato molte cose, alcune di setting e altre per limitare i consumi, il prossimo anno avremo un litro di carburante a disposizione. Ci siamo concentrati soprattutto sulla moto 2014, i dati raccolti sono importanti in vista del prossimo anno”.

Le Honda sono andate forti anche oggi, cosa chiederai a Yamaha?

Marc è stato come al solito veloce, ma anche gli altri piloti non sono andati piano. Io invece ero stato più competitivo ieri. Il punto su cui devo lavorare maggiormente è la frenata, devo riuscire a fare lavorare meglio la gomma anteriore”.

Sono comparse delle nuove prese di raffreddamento per i freni, servono?

Mi piacciono molto e funzionano bene. In alcune delle scorse gare o avuto problemi all’impianto frenante, qui no. Però questa non è una pista che metta troppo in crisi i freni”.

Com’è andato il secondo giorno con Galbusera?

E’ tutto un po’ diverso ma è normale. Questi giorni sono serviti anche a conoscerci meglio e a raccogliere dati in previsione di febbraio”.

La stagione è finita, come la giudichi?

E’ stata molto lunga, ma mi sono divertito. Sono soddisfatto a metà, ho vinto una gara e sono salito sul podio ma devo cercare di fare di più per avvicinarmi ai tre spagnoli. All’inizio non sapevo bene cosa aspettarmi, ma ero sicuro che non sarebbe stata un passeggiata”.

All'inizio avevi detto che te la saresti giocata con Marquez.

Sbagliavo (ride). Marc ha fatto più di quanto tutti credevano, ma si era capito abbastanza presto che sarebbe stato in grado di lottare per il mondiale”.

Ora è tempo di vacanza?

Mi aspetta qualche mese senza MotoGP. Farò un po’ il calciatore contro la Nazionale Cantanti a Parma la prossima domenica, poi ci sarà il Rally di Monza e infine la gara di Supermotard per il Sic a Latina”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti