Tu sei qui

MotoGP, Dall'Igna Direttore Generale Ducati

Gobmeier è fuori. L'Aprilia emette un comunicato parlando di "differenze strategiche"

C'era un particolare sbagliato nelle indiscrezioni sul passaggio di Gigi Dall'Igna da Aprilia a Ducati. Abbiamo tutti scritto che sarebbe diventato Direttore Tecnico, invece il ruolo che ricoprirà è ben più importante: ne sarà il Direttore Generale.

E' logico in tutti i sensi ed è la conferma che all'ingegnere veneto è stata data carta bianca. Quella che voleva per firmare.

Una scelta giusta che, di fatto, mette fuori dalla porta Bernhard Gobmeier che - promoveatur ut amoveatur - assumerà altro ruolo nel gruppo VW.

E' iniziato dunque il 'body count' in quel di Borgo Panigale. Altri nomi, senza dubbio, seguiranno.

E' quello che voleva Maurizio Arrivabene, grande capo della Phillip Morris. Un segnale forte per poter nuovamente aprire i cordoni della borsa e proseguire la sponsorizzazione oltre il 2014.

Mentre la Ducati spalanca le braccia a Dall'Igna, l'Aprilia sbatte la porta in faccia al tecnico che comunque gli ha regalato due titoli mondiali con Max Biaggi e lo fa con un certo livore.

"Il Gruppo Piaggio comunica - si legge nel comunicato del Gruppo Piaggio - di avere immediatamente accettato le dimissioni presentate dall'ing. Luigi Dall'Igna - pur augurandogli come è naturale i migliori successi per il futuro - per le differenze di visione strategica in tema di gestione sportiva, e in considerazione dei risultati sinora conseguiti nella stagione 2013 del Mondiale Superbike".

Differenza strategica?

Si rimprovera implicitamente a Dall'Igna di aver portato la Art a dominare fra le CRT, arrivando ad essere una insidia per i prototipi, ma anche di volere una crescita (un ritorno in realtà) in MotoGP, dove dal 2015 entreranno in vigore regolamenti più restrittivi. Un merito secondo noi. Ma all'Aprilia, che vuole solo guadagnare dalla vendita delle sue CRT, questa sembra appunto una colpa.

Ma c'è dell'altro: a Dall'Igna si imputa ovviamente anche di non aver gestito bene la squadra in Superbike quest'anno, quando in effetti la colpa di Laverty, nei confronti di Guintoli, è stato solo qualche errore di troppo.

E poi come la mettiamo con quelli che, sempre in Aprilia, si lamentavano del ruolo di assoluto leader di Max Biaggi?

Il posto di Dall'Igna sarà preso da Romano Albesiano che assumerà la responsabilità della gestione sportiva Aprilia in aggiunta all'incarico attualmente ricoperto di Responsabile del Centro Tecnico Moto del Gruppo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti