Tu sei qui

Moto2: operazione per Cortese

Sindrome compartimentale. In Moto3 Danilo al posto di Webb fino a Indy

Ormai la sindrome compartimentale è uno di quegli inconvenienti a cui la maggior parte dei piloti devono fare fronte nella propria carriera. L’ultimo è stato Iannone, il prossimo sarà probabilmente Sandro Cortese. Il campione del mondo Moto3 ad Assen ha patito l’indurimento dell’avambraccio destro in gara, “così mi sono sottoposto a una visita del dottor Mir a Barcellona e lui ha consigliato di operarmi – ha raccontato – Però non sono del tutto convinto, non ho mai subito un intervento prima d’ora. Se non ci saranno dei miglioramenti, però sarò costretto a farlo”.

In previsione della gara di casa al Sachsenring, Sandro continuerà con la fisioterapia e gli ultrasuoni e al termine del weekend prenderà una decisione. Nel caso l’operazione sia necessaria, il 16 luglio è il giorno fissato per l’intervento.

Problemi al braccio, ma questa volta si tratta di una frattura al radio rimediata in Olanda, anche per il pilota del team Ambrogio Danny Webb. Al Sachsenring sulla sua Moto3 salirà Jules Danilo. Secondo il certificato medico presentato dal britannico, l'impossibilità di guidare  potrebbe estendersi fino a sei settimane dalla data del referto, e quindi a ridosso del prossimo Gran Premio di Indianapolis. Dato che quello che si correrà in Nord America dal 16 al 18 agosto è una gara molto complessa per quello che riguarda la logistica, la sostituzione è estesa anche a quest'ultimo appuntamento.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti