Tu sei qui

Lewis Hamilton: Marquez è come me

"Capisco le sue emozioni, le ho provate in F1. Gli consiglio di godersi il momento"

Lewis Hamilton ha incontrato a Le Mans i suoi colleghi a due ruote, intrattenendosi nel box Yamaha. Ha chiacchierato con Rossi, si è scambiato il casco con Lorenzo e ha sbagliato il pronostico. “Sarà uno di loro due a vincere” aveva predetto a inizio gara. Così non è stato, ma oltre alla coppia in blu, c’è stato un altro pilota ad attirare la sua attenzione: Marc Marquez. L’ex campione del mondo ha detto che a motogp.com che lo spagnolo gli ricorda se stesso al debutto in Formula 1: “era come essere su un ottovolante e probabilmente è lo stesso anche per lui. E’ qui a battersi con i grandi e la stessa cosa è successa a me. Farlo è molto surreale. Devi continuare come se niente fosse e goderti ogni singolo momento”.

Sembra proprio quello che Marc sta facendo ed effettivamente la scossa che sta dando il suo arrivo in MotoGP è simile a quanto fatto da Lewis in F1. Nel 2007 Hamilton debutto in McLaren e salì sul podio già nella prima gara, con un terzo posto (identico risultato di Marquez) in Australia. Fu solo l’inizio perché fu nei primi tre senza interruzioni fino al nono Gran Premio della stagione. Marquez l’ha però battuto per precocità nella vittoria, arrivata al secondo tentativo per lui, al sesto per Lewis. Per entrambi, comunque, un inizio di stagione fantastico. La speranza per Marc è continuare nella scia del predecessore (quattro podi di fila li ha già messi in cassaforte) e magari fare anche meglio, perché Hamilton, a fine anno, fu battuto da Raikonnen per un solo punto. Si rifece comunque l’anno dopo.

Il britannico della Mercedes si è comunque divertito nella sua gita nel motomondiale. “C’è un’atmosfera incredibile e tantissima gente – ha detto – Era la mia prima volta ad una gara di MotoGP, la seguo da tempo ma vederla dal vivo è incredibile. Le moto mi piacciono molto e ne ho due in garage”.

Articoli che potrebbero interessarti