Tu sei qui

Dall'Igna: "Tutti per Biaggi"

Il responsabile tecnico dell'Aprilia anticipa le scelte per la fine della stagione

Anche se Imola, domenica prossima, sarà un appuntamento importantissimo per la storia dell'Aprilia - pur se abituata alle vittoria - che si giocherà il titolo mondiale superbike 2010, il primo con un pilota italiano e per un binomio tutto tricolore, Gigi Dall'Igna deve trovare il tempo per pensare ai budget ed ai programmi futuri.

Infatti quando, in tarda serata, contattiamo il responsabile tecnico dell'Aprilia è appena uscito da una lunga riunione con il management dell'Azienda veneta che fa parte del Gruppo Piaggio. "Siamo concentrati sulla gara di domenica" ha detto l'ingegner "ma il nostro lavoro non si ferma".

Per parlare degli impegni più immediati, c'è da dire innanzitutto che domenica il team Aprilia-Alitalia schiererà una sola moto per Max Biaggi. Infatti la squadra veneta non sostituirà l'infortunato Leon Camier, reduce da un intervento chirurgico conseguente alla caduta nelle prove del Nurburgring "C'erano alcuni interrogativi per sostituire Leon: il primo riguardava l'incertezza sulla durata dell'assenza di Camier che potrebbe correre a Magny Cours, il secondo l'impossibilità di far fare dei test ad un eventuale sostituto e il terzo l'indisponibilità di piloti veloci per ambedue i week end di Imola e, appunto, Magny Cours, se necessario".

In effetti alcuni nomi erano circolati (Pasini, ad esempio) ma lo spostamento forzato del gran premio del Giappone in concomitanza con la Francia Superbike aveva ridotto di molto la rosa di candidati adeguati.

"Se sarà necessario, affronteremo nuovamente la questione per Magny Cours". In altre parole se bisognerà aiutare Max cercheremo un sostituto adeguato.

Quindi tutto il team si stringe tecnicamente e umanamente intorno a Max Biaggi, per cercare di chiudere in anticipo la questione del titolo. "Non abbiamo ancora deciso una strategia precisa. Dopo le prove, valutando quanto sarà accaduto e i valori in campo, decideremo se fare una gara di conserva o di attacco".

La tensione traspare chiaramente - anche se il margine è elevatissimo, 58 punti, e ci saranno ancora altre due gare dopo Imola - e la scelta di non introdurre nulla di nuovo tecnicamente non è solo scaramantica: "In questa fase abbiamo deciso di non usare nulla di nuovo che pure avremmo perché preferiamo utilizzare materiale già collaudato e più volte usato in gara. Non è il momento di fare esperimenti...".

E per tornare ai programmi futuri di cui parlavamo all'inizio, dovrebbe essere annunciato nei prossimi giorni la conferma ufficiale di Leon Camier anche per il 2011, mentre con Biaggi continuano gli incontri per trovare un accordo.

Articoli che potrebbero interessarti