Tu sei qui

Marchetti 2 mesi dopo l'infortunio

Il pilota Ducati sta meglio e potrebbe avere un ruolo in SBK come team manager

Sono passati due mesi esatti dal drammatico incidente di Dario Marchetti a Rijeka, nel quale il veterano pilota Ducati scivolò durante una gara internazionale di SBK e si infortunò (pube, coccige, osso sacro e acetabolo), tenendo i suoi tifosi con il fiato sospeso.

“Sto bene – assicura serenamente Marchetti – sono in piedi e ho abbandonato le stampelle, ne uso solo una ogni tanto per fare i miei piccoli spostamenti. Da due giorni guido la macchina, infatti sono rientrato l’altro giorno in Italia per fare degli esami”.

Cosa dicono gli esami?

“Che la parte bassa del corpo guarisce bene, ma c’è un problema alla spalla destra, che stiamo analizzando con la Dottoressa Lorena Sangiorgi della Clinica Mobile; si è lesionato il nervo toracico, in pratica esce la scapola; questa cosa mi dà forti dolori, non ho forza e ho dei limiti di mobilità. Un po’ mi preoccupa questa situazione”.

Però rispetto a com’eri partito, in questi due mesi è andato tutto bene...

Sì, sono molto contento, ho trascorso dei giorni bellissimi a casa mia a Montecarlo con i miei amici, ma non vedo l’ora di risalire in moto”.

Girano voci che avrai un ruolo da manager in SBK alla Ducati Ufficiale, il prossimo anno...

“Al momento la mia priorità è guarire, risolvere nel migliore dei modi il problema alla spalla, come ho fatto con il resto del corpo, e provare a risalire in moto”.

Non c'è che dire, la grinta non gli manca. E nemmeno la diplomazia!

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti