Tu sei qui

Pernat: ora i giovani piloti italiani ci sono, grazie al team Italia


Share


pernat_ferrariIl 2014 è stata un’annata importante per i giovani italiani perché si sono messi in luce. Fenati, nonostante gli alti e bassi, lo conoscevamo già ma Enea Bastianini è stata una scoperta, come lo stesso Morbidelli. È stata una stagione importante proprio perché sono entrati in scena piloti nuovi e altri più esperti, come Antonelli, hanno fatto vedere belle gare.È una storia che è partita anni fa con il Team Italia e che sta incominciando a dare i suoi frutti. Per la squadra della Federazione italiana è stato un anno un po’ difficile, soprattutto per questioni tecniche, ma ha comunque fatto conoscere Locatelli che andrà a correre per Fausto Gresini, in un team di alto livello, e questo è una vittoria per chi lo ha fatto crescere. È proprio questo l’obiettivo del Team Italia. Anzi, nel 2015 l’organizzazione sarà ancora migliore, con un organico che comprenderà due responsabili tecnici, due telemetristi, oltre a due meccanici per ogni pilota. Ci sarà quindi un salto in avanti. Per quanto riguarda i piloti, oltre al confermato Ferrari, ci sarà Stefano Manzi, un ragazzo molto giovane che ha già fatto vedere buone cose nella Rookies Cup.La FMI ha questo compito, quello di fare scoprire giovani piloti, partendo dalle minimoto per arrivare al Mondiale. Si è poi aggiunto Valentino con un’ottima struttura, senza dimenticare gli altri team, come quello di Gresini, che continuano a operare professionalmente. Fino a quattro o cinque anni fa c’era un blackout, non si faceva praticamente nulla, mentre ora siamo passati ad essere con i primi e ad avere delle aspettative a breve scadenza ottime. Questi piloti costituiranno poi il serbatoio per la Moto2 e poi per la MotoGP. La strada è stata tracciata e possiamo aspettarci a breve ottimi risultati, e non solo in Moto3. Questo è stata una stagione sostanzialmente molto positiva per i giovani italiani, le aspettative erano più alte solo per Fenati, considerando che la struttura che aveva alle spalle, ma non tutte le ciambelle riescono col buco.  Penso che il prossimo anno sarà ancora migliore: potremo giocarci il titolo Mondiale. Se poi si metteranno in luce altri esordienti, il lavoro sarà stato fatto nel migliore dei modi.

Share


Articoli che potrebbero interessarti