Tu sei qui

'Top Gun' Vinales firma il sogno Aprilia, ma in MotoGP è caccia al talento

Attualmente ci sono più buone moto che futuri campioni a guidarle. Ritirati Iannone, Pedrosa, Crutchlow, Dovizioso, Lorenzo ed infine Valentino Rossi c'è penuria di talenti per coprire la griglia


'Top Gun' Vinales firma il sogno Aprilia, ma in MotoGP è caccia al talento

Share


L’ultimo pezzo da 90 del mercato piloti è andato al suo posto: Maverick Vinales, che si sente 'Top Gun' tanto da avere il nick sulla targa,  ha firmato con Aprilia che, se continuerà ad usufruire di Andrea Dovizioso nel ruolo di collaudatore avrà veramente un bel team, dal punto di vista umano. Il comunicato dell’ufficializzazione è atteso a breve.

Le altre squadre sono tutte a ranghi completi, tranne il team Petronas, che dovrà trovare sostituti per Morbidelli, che passerà nel team Yamaha ufficiale e Valentino Rossi e, naturalmente, il team VR46 che ancora non ci ha dato certezze sul pilota che andrà ad affiancare Luca Marini.

Il nome di Bezzecchi è stato fatto anche per il team Petronas, ma la voce è stata stoppata dallo stesso Valentino che ha dichiarato che nella sua squadra ci saranno unicamente piloti della Academy.

Oggi intanto è stato ufficializzato da parte della KTM l’ingaggio (scontato) di Raul Fernandez, che così si riunirà al suo attuale compagno di squadra Remy Gardner. In questo modo finiscono sulla strada sia Danilo Petrucci che Iker Lecuona che al momento, nonostante le due selle libere in MotoGP, non hanno offerte per rimanere in classe regina.

E’ una singolarità, questa, della MotoGP che negli ultimi tempi ha perso più piloti di calibro di quanti futuri (?) campioni abbia guadagnati. Fuori Andrea Iannone per doping, ritirati Pedrosa, Crutchlow, Dovizioso, Lorenzo ed infine Valentino Rossi, fra i top e Rabat, Abraham e Syahrin fra i comprimari, a piedi rimane anche Lorenzo Savadori che pure stava mostrando una buona crescita dopo esser approdato in MotoGP dal CIV.

 

Share


Articoli che potrebbero interessarti