Tu sei qui

L'ospite inatteso: Andrea Dovizioso aspetta Marc Marquez, ai test di Jerez

Dal 12 al 14 Dovizioso sarà a Jerez per il test con l'Aprilia RS-GP. In pista ci sarà anche Stefan Bradl, nuovamente nel ruolo di collaudatore. E se Marquez decidesse di fare una sgambatina con la RC213-V S 'di serie' per dare una occhiata da vicino alla 'sua' moto?


L'ospite inatteso: Andrea Dovizioso aspetta Marc Marquez, ai test di Jerez

Share


Con il ritorno di Marc Marquez, a Portimao, la prossima settimana, la MotoGP ritrova un suo grande protagonista. E non c’è dubbio che l’attesa sarà spasmodica perché nessuno può sapere di cosa sarà capace ‘Magic’ dopo quasi nove mesi di assenza dai Gran Premi.

C’è chi lo immagina subito sul podio e chi pensa che, molto ragionevolmente, avrà bisogno di qualche gara per riprendere il ritmo.

A noi, inguaribili romantici del motomondiale, piacerebbe un ritorno, se non vincente, quantomeno memorabile, perché i Miti vanno celebrati, pur tuttavia quando Marc si posizionerà sulla casella di partenza, sul circuito di Portimao, nuovo per tutti, il parterre de roi non sarà completo. Mancherà, infatti, ancora Andrea Dovizioso che non si è affatto ritirato ma sta pagando (sue) scelte forse troppo affrettate od una eccessiva sicurezza in sé stesso. Purtroppo nessuno è indispensabile ed a ricordarcelo è proprio la lunga assenza di Marquez.

Dovi, comunque, tornerà in pista presto: dal 12 al 14 infatti sarà a Jerez per l’attesissimo test con l’Aprilia RS-GP, al termine del quale entrambi - il forlivese e la casa di Noale - capiranno se è il caso di continuare, ed in quale modo, l’avventura insieme.

Sarebbe bello a questo punto, ma non è una previsione, quanto piuttosto un desiderio, un sogno ad occhi aperti, se in quei tre giorni Dovi e Marc si ritrovassero assieme. Il campione ed il suo vice.

E' improbabile, ma non è impossibile: la pista infatti è prenotata dalla Honda e Marquez potrebbe girare col la RC213-V S, la MotoGP di serie, con la quale ha già provato a Barcellona e a Portimao.

Una ulteriore sgambatina per l’otto volte iridato prima di tornare in pista sul circuito dell’Algarve. Ed anche un modo scaramantico ed iconico di riprendere da dove ha lasciato, il 19 luglio del 2020. Del resto a Jerez, in quei giorni, ci sarà anche Stefan Bradl, con la 'sua' moto. Potrebbe essere l'occasione per vederla da vicino, in attesa di risalirci pochi giorni dopo.

Qualora decidesse per questa sessione di riscaldamento rivedremo sulla stessa pista due grandi protagonisti del mondiale dell’era pre-Mir, quella dei giovanissimi che oggi, alla vigilia del ritorno del re, lo aspettano bellicosi su un terreno neutrale: una pista sulla quale Marquez non ha mai tagliato il traguardo per primo.

 

Share


Articoli che potrebbero interessarti