Marc Marquez dopo l'highside: atto di forza

Quel gesto di chiudere la visiera per nascondere il volto sofferente dopo lo schianto alla curva 7 parla ai suoi rivali più delle magie che compie in pista


Ha alzato con fatica il braccio sinistro, abbracciato al suo soccorritore, che lo stava scortando fuori dalla via di fuga ed ha abbassato la visiera del casco.

Un gesto apparentemente inutile, dietro il quale, invece, si nasconde la grandissima forza di Marc Marquez, che anche dopo un pericoloso highside che lo ha lasciato in ginocchio nella ghiaia a subire il conteggio arbitrale del destino, ha voluto celare il suo sguardo agli avversari.

Cosa ha nascosto?

Probabilmente una smorfia di dolore, o solo uno sguardo vuoto e smarrito, ma poco importa.

Il gesto, conta, perché ha trasformato un momento di debolezza in una prova di forza.

Quasi come se avesse detto ai suoi avversari non pensiate che questo possa ammorbidirmi. Io sono fatto diverso. Costruito di una materia a voi aliena. Per questo sono imbattibile.
Scene così fanno pensare.

Quale forza si nasconde dietro il perenne sorriso del Joker delle due ruote?
Ce lo domandiamo.

Ma soprattutto se lo saranno domandato i suoi avversari, oggi.
E più che i dolori che sicuramente proverà Marquez questa sera nel suo letto, questo, quel gesto non li farà dormire.

Articoli che potrebbero interessarti