Pernat: Ho visto un Marquez stratosferico e un Rossi super. Ducati deludente

AUDIO "Marc è stato imbarazzante e Honda ha colmato il gap con Borgo Panigale. Valentino è il solito animale da gara e complimenti a Morbidelli. Rimandato Vinales, KTM e Aprilia sotto la lente"


Direi che Marquez è stato stratosferico e ha dato a tutti una paga imbarazzante. Alla fine ha mollato, senno avrebbe potuto arrivare con ben più di 10" di vantaggio.

Ora bisogna dire che lui è un fenomeno, ma la Honda quest'anno ha fatto una gran moto. Se c'era differenza con la Ducati nel 2018 penso che la differenza oggi sia stata colmata tutta o quasi.

Peccato per Crutchlow: se non fosse incappato nella falsa partenza avrebbe girato forte. Comunque il team Repsol Honda non è certo il dream team di cui si è fantasticato: Lorenzo è troppo indietro ed è ovvio che ci siano scusanti. Il polso, la schiena, l'adattamento ma bisogna che Jorge si sbrighi prima che si riproponga la storia già vissuta in Ducati.

Su Valentino invece posso dire solo 'super super super'. E' il numero uno della Yamaha, e lo ha confermato.
Questo secondo posto è importante per lui ma anche per la casa di Iwata perché la spingerà a lavorare di più.

Una differenza con la Ducati c'è e in Argentina si è vista. Un po' di lavoro devono ancora farlo.

Vinales invece è stato deludente, non si capisce veramente cosa voglia o debba fare perché francamente fa delle gare incomprensibili. Come la scelta di partire con la gomma soft. La decisione non è stata delle migliori.

Anche Vale si è giocato il jolly con la media, ma Rossi è Rossi.

Con Morbidelli bisogna complimentarsi: è andato forte, ha dimostrato di aver fatto un bel salto di qualità e ce lo ritroveremo là davanti. Franco ha lottato bene con le Ducati, poi ha commesso quell'errore ed è caduto, ma ci stà.

Un'altra delusione è arrivata dalla Ducati. Francamente su un circuito così veloce arrivare terza e quarta non va bene. In Argentina è stata la terza forza dietro ad Honda e Yamaha.
Bah, non saranno certo stati i ricorsi, le alette o il cucchiaio a rallentarli, ma qualcosa in Argentina non ha funzionato. Così si passa dall'ottimismo al pessimismo.

Di Aprilia e Ktm che possiamo dire?
C'è un Iannone che si deve ritrovare. Forse ha voluto stravolgere troppo la moto e questo non va bene. Bisogna seguire un percorso anche perché Aleix Espargarò male non va. Andrera deve capire che non si può arrivare e fare subito risultati.

Male anche la Ktm. Veramente non ho capito perché Mike Leitner si sia lamentato dei costi dell'aerodinamica. Quella è la strada del futuro, di oggi e del domani . In MotoGP bisogna lavorare, il budget lo hanno.

Metteremo queste due case sotto la lente più avanti, ma comunque per entrambe non sarà una stagion facile.

ASCOLTA L'AUDIO

 

Articoli che potrebbero interessarti