Tu sei qui

Magica Sardegna: gli 'occhietti sorridenti' del 3 Islands Raid, 2a tappa

VIDEO - Dopo la Corsica si approda in terra italiana per continuare in Sardegna il viaggio affascinante in sella alle Honda Africa Twin. Questa volta anche tanto off road!

Magica Sardegna: gli 'occhietti sorridenti' del 3 Islands Raid, 2a tappa
Iscriviti al nostro canale YouTube

di Lello Vaccaro

Siamo al secondo giorno del 3 Islands Raid il viaggio tra Corsica, Sardegna e Sicilia che Honda Italia con True Adventure Off Road Academy ha organizzato per noi. Dopo aver lasciato il territorio francese approdiamo con le nostre 10 Africa Twin a Santa Teresa di Gallura (SS) per attraversare tutta l’isola al suo interno con meta finale Cagliari. La tappa sarda in realtà si divide in due giorni, durante i quali saremo prima impegnati nella zona nord orientale della Gallura, per noi scendere verso sud-ovest nella provincia di Nuoro.

Il viaggio in traghetto tra Bonifacio e Santa Teresa è durato circa 50 minuti, una traversata breve, mentre si ammirano le due coste molte vicine in realtà. I colori della Corsica sembrano proseguire in Sardegna in un susseguirsi di roccia rosa e mare cristallino e anche l’interno della Gallura non è poi così diverso dal centro della Corsica. Di certo la condizione delle strade cambia un po’. E’ pur vero che mi sono abituato alla perfezione dei fondi corsi e le strade della Sardegna in questo primo tratto mi sembrano meno curate. In realtà sono ben al di sopra della media dei fondi italiani, ma mi sento ancora troppo innamorato dell’asfalto corso.

3 ISLAND RAID - PRIMO ASSAGGIO IN FUORISTRADA

Percorrendo l’area a sud di Santa Teresa e immergendoci più all’interno lo scenario cambia, sembra essere più vasto, più avvolgente. Curve e tornati attraversano la zona montuosa nei pressi di Tempio Pausania, da lontano si scorge il monte Limbara e intanto danziamo con le nostre Africa Twin appena scambiate tra noi. Sono in sella alla Adventure Sports con cambio DCT e lascio che il sistema mi guidi spedito, devo solo occuparmi di frenare e impostare le traiettorie. E’ un bel pezzo guidato mentre ammiriamo il contesto intorno a noi, che ci spinge finalmente nel primo tratto sterrato del viaggio.

Cambio la modalità di guida con l’impostazione FUORISTRADA che agirà anche sulle sospensioni elettroniche e mi accingo a partire consapevole che non ho più la Standard con il cerchio anteriore da 21’’ e l’escursione da 230 mm ma il 19 con 210 mm. Il tratto è pianeggiante e il ritmo lento ma pieno di buche profonde e l’Africona inizia a ingoiare tutto ciò che trova, anche con le Bridgestone Battlax stradali. E’ un piccolo assaggio che dopo poco ci porta di nuovo sull’asfalto. Ho capito che bisogna lasciarla scorrere e accompagnarla dove voglio io, lei si farà guidare e si occuperà di superare i fondi sterrati. Memorizzo il tutto per il prossimo tratto, visto che nei due giorni sardi ce ne saranno diversi.

3 ISLAND RAID - IN OFF ROAD SUI TRATTI DEL RALLY DI SARDEGNA

Raggiungiamo così il belvedere di Monti (SS) dove lo staff di un dealer Honda locale ci accoglie con la solita e immensa ospitalità del popolo sardo. Davanti a noi un panorama che gira a 360° ma soprattutto una tavola imbandita con ogni ben di Dio. Ci sono tutti, o quasi, i prodotti tipici della zona e sono lì per noi, pronti a farsi degustare. In pochi minuti razzoliamo tutto ciò che abbiamo a disposizione, quando c’è fame c’è fame! Si torna in sella, ci sono altri 140 km da coprire prima di arrivare a Fonni (NU), dove alloggeremo per la notte e guiderò nuovamente la Africa Twin standard ma con cambio DCT e le Metzeler Karoo Street, poco tassello quindi, ma almeno c’è. Di nuovo verso sud sulle statali e qualche tratto provinciale.

Il fondo è buono, grip ce n’è tanto e alziamo il ritmo senza esagerare, siamo soli su queste strade ma restiamo in sicurezza. Ecco nuovamente lo sterrato, sarà il pezzo più impegnativo dell’intero 3 Islands Raid, qui si corre il Rally di Sardegna e il percorso è immerso in boschi con alberi altissimi e ricchi di vegetazione. Solchi, sabbia e polvere ci aspettano con la nostra solita andatura allegra ma prudente e scopro che la guida con il cambio DCT in fuoristrada è fichissima! Non devi preoccuparti di usare la frizione, anche perché la leva non c’è. La moto fa tutto da sé e anche in modalità sequenziale ti supporta se arrivi lento, scalando marcia per te e tenendo il motore vivo. Viceversa in modalità D oppure S, quindi in automatico, puoi comunque scalare o avanzare marcia se lo desideri, lei non si opporrà perché il suo ordine principale è quello di non sostituirsi al pilota ma di assisterlo e farlo anche divertire.

Mentre faccio queste valutazioni il fondo si fa sempre più aspro, inizia la salita e i solchi si fanno più decisi. Ma io devo solo spingere e impostare le traiettorie nei punti che ritengo migliori, lei mi asseconderà e continuerà ancora ad assorbire tutto, grazie al cerchio da 21’’ e a queste strepitose sospensioni elettroniche, che a mio avviso sono il riferimento sul prodotto di serie in questo segmento. Usciamo dal sentiero con le facce sorridenti sotto i caschi, me ne accorgo perché anche gli altri hanno gli occhietti chiusi e so che stiamo tutti ridendo lì sotto. Il nuovo tratto di asfalto ci porta veloci verso Gavoi e quindi nella provincia di Nuoro, per poi raggiungere il lago di Gùsana. Da qui resta poco per la cittadina di Fonni, che ci accoglie con i suoi murales sui palazzi del centro, dove con orgoglio si celebra la cultura pastorale intrinseca in questi luoghi e raccolta nel museo omonimo. Trascorreremo la notte all’agriturismo Donnortei, una struttura a conduzione familiare, che ci lascerà il ricordo di una cena a base dei prodotti del posto, definirli buoni e genuini è riduttivo!

3 ISLAND RAID - NELLA NUOVA PROVINCIA DEL SUD SARDEGNA

L’indomani la partenza è alle 9, più rilassante rispetto ai due giorni precedenti quando alle 7 eravamo già in moto. Sarò ancora alla guida della Africona Standard, questa volta con cambio manuale, Karoo Street e scarico SC Project dal suono potente e inebriante. Partiamo e mi rendo subito conto che l’assetto ha qualcosa che non va. Il giorno prima l’amico Dario Tortora aveva usato quella moto e per il suo peso superiore aveva precaricato la molla del mono sull’impostazione pilota e bagaglio. Rimetto le cose a posto e scarico fino al livello solo pilota, la moto scende immediatamente riportando il sedere esattamente all’altezza in cui doveva essere, si va. Per questo giorno avremo da percorrere 190 km prima di Cagliari, dove ci imbarcheremo per la notte diretti a Palermo.

C’è subito un primo tratto fichissimo di curve e tornanti da urlo, ci scaldiamo a dovere perché tra un po’ arriverà di nuovo lo sterrato. Ed eccolo che ci aspetta, ritorno alle impostazioni Fuoristrada e questa volta ci vado su un po’ più allegretto. So che la moto affronterà tutto come voglio e mi metto alle spalle del primo, anche per evitare il più possibile la polvere. La moto apre la strada davanti a sé tra i sassetti mossi, è stabile grazie al peso importante ma è sorprendente come riesca ad essere anche agile e quindi divertente. E’ uno dei tanti sentieri che ogni tanto si affacciano sull’asfalto e lì vi ritorna, dove una nuova e sinuosa provinciale, la SP8, ci porta ancora verso sud.

Attraversiamo Seulo e siamo nella nuova provincia del Sud Sardegna denominata con la sigla SU. Comprende i territori delle ex province di Carbonia-Iglesias e Medio Campidano, dismesse in conseguenza dei risultati dei referendum del 2012. La statale 198 ci porta poi verso Villanova Tulo e più precisamente al bacino artificiale di Flumendosa, qui sostiamo per il pranzo presso l’agriturismo Sa Contonera. E’ domenica pomeriggio e dopo il pranzo riusciamo a seguire un po’ di MotoGp, ma poi di nuovo in sella verso Cagliari, scopriremo sulla nave che la vittoria a Le Mans è andata a Martin su Marquez e Bagnaia. Giunti al porto di Cagliari la nave inizia subito a imbarcare passeggeri e dopo aver stivato le moto, ci sistemiamo in cabina, pronti per la traversata che porterà il 3 Islands Raid verso l’ultima isola del tour, la Sicilia.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy