Tu sei qui

Vanessa Ruck: "far sentire l'incidente come se ne fosse valsa la pena"

In seguito a un incidente ciclistico che le ha cambiato la vita nel 2014, Vanessa Ruck, conosciuta in tutto il mondo come @TheGirlOnABike, non solo ha affrontato la strada del recupero con estrema forza e determinazione, ma ha anche continuato ad eccellere in alcuni degli eventi motociclistici

Playtime - Viaggi: Vanessa Ruck:

Nel corso della sua storia, Cardo è stato orgoglioso di collaborare con atleti, avventurieri e piloti capaci di ispirare, sostenendoli nei loro viaggi. Per celebrare i 20 anni di Breaking Boundaries, Cardo presenterà alcuni membri della #CardoFam che si sono impegnati a rompere i confini...

In seguito a un incidente ciclistico che le ha cambiato la vita nel 2014, Vanessa Ruck, conosciuta in tutto il mondo come @TheGirlOnABike, non solo ha affrontato la strada del recupero con estrema forza e determinazione, ma ha anche continuato ad eccellere in alcuni degli eventi motociclistici più impegnativi al mondo, con il Packtalk Edge al suo fianco

“Gli ultimi anni sono stati molto impegnativi! Uno dei momenti più importanti è stato quello di essere la prima ragazza inglese a concludere l'Africa Eco Race, quest'anno. Stare in sella alla moto per un totale di 103 ore per 13 giorni e affrontare 635 km al giorno in fuoristrada non è una cosa da prendere alla leggera!", ammette Vanessa.

“Sono stata anche la prima donna a completare il 1000 DUNAS Raid su una moto di serie, una Triumph Tiger 900 Rally Pro, e la prima donna a terminare il Morocco Desert Challenge: sono stati otto giorni di guida estenuante e meno della metà dei piloti della categoria moto ha completato il percorso”. 

Dopo aver completato più di 10 rally internazionali, Vanessa ha anche portato a termine il Red Bull Romaniacs con suo marito, restando in costante contatti grazie a Cardo.

“Il mio Cardo è sul casco ovunque vada in moto - a meno che il regolamento non dica altrimenti - poter parlare con il mio compagno mentre affrontavamo gli ostacoli del percorso del Romaniacs, strillando mentre ci bloccavamo in alcuni punti e dicendoci a vicenda ‘vai vai vai’ è stato fantastico”.

Le tre funzioni principali indicate da Vanessa sul Packtal Edge sono l'interfono Dynamic Mesh Communication (DMC), la musica e la durata della batteria, con una menzione speciale per l'affidabilità del dispositivo.

Tre di noi hanno partecipato all'Hard Alpi Tour in Italia e ha usato Cardo per tutto il tempo: siamo stato molto soddisfatti perché non abbiamo mai avuto un problema di interruzione durante le 40 ore della manifestazione”

Avendo visitato ben 33 paesi, il dispositivo di Vanessa è sicuramente ben rodato.

"Mi piace il fatto che con il mio Cardo posso incontrare un altro motociclista in qualsiasi parte del mondo e in pochi secondi, premendo un pulsante, possiamo essere connessi. Poter chiacchierare e condividere l'esperienza significa tutto, ed è la mia filosofia di viaggio".

Grande fan del Packtalk Bold, Vanessa è passata all'Edge quando è stato rilasciato due anni fa. 

"Ad essere sincera, amavo il Bold. Era affidabile, intuitivo da usare, la durata della batteria era ottima e aveva tutte le funzioni che desideravo. L'Edge è tutto questo e molto di più! Mi piace soprattutto il look moderno e snello e l'attacco Air Mount. Si vede e si sente subito che è un miglioramento".

Motociclista ma anche molto di più. Fino ad oggi, Vanessa ha parlato a oltre 21.000 studenti nel Regno Unito per condividere la sua storia, un servizio offerto gratuitamente e sostenuto dai suoi sponsor. È stata anche speaker motivazionale in 120 eventi, per dare energia agli altri, incoraggiarli a fissare i propri obiettivi e, secondo le sue parole, “far sentire l'incidente come se ne fosse valsa la pena”.

"Amo ispirare e motivare gli altri a trarre il massimo dalla vita, a fissare un obiettivo e a realizzarlo. Sto facendo un viaggio  e accetto di percorrere la strada più lunga, purché mi piaccia. Cerco sempre di crescere come persona e di fare esperienze interessanti. Questo mi ha portato a prendere la patente per la motosega e quest'anno voglio prendere anche la patente per guidare i camion".

Oltre a condurre la Masterclass all'Adventure Bike Rider Festival nel Regno Unito e a scrivere il suo primo libro, cosa ha in programma Vanessa per il resto del 2024 e oltre?

"Ho in programma una serie di viaggi in moto quest'anno: India, Islanda e Norvegia per citarne alcuni. Poi quattro rally in auto - sono il pilota ufficiale per Bowler nel Land Rover Defender Challenge - il mio grande obiettivo è quello di andare nel deserto in auto, perché mi piacerebbe essere la prima donna a completare l'Africa Eco Race su due e quattro ruote".

Tenetevi aggiornati su Vanessa visitando il suo sito web - www.thegirlonabike.com - o seguitela sui social media su una delle sette piattaforme su cui potete trovarla...

 

Crediti fotografici: Per gentile concessione di Vanessa Ruck

 

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti