Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargarò: "Martìn con la mia Aprilia diventerà un idolo"

VIDEO - "Io amo sia Jorge che Aprilia, voglio il meglio per entrambi. Era triste per quello che è successo con Ducati, ora invece è felice e gasato. Essere qui oggi? Bellissimo, l'All Stars diventa ogni anno più grande e bello"

MotoGP, Aleix Espargarò: "Martìn con la mia Aprilia diventerà un idolo"
Iscriviti al nostro canale YouTube

Aleix Espargarò ha vissuto a Misano il suo ultimo Aprilia All Stars nel ruolo di 'Capitano' per la Casa di Noale. Quale che sia il suo futuro, nel 2025 pare destinato a vestire colori diversi ma nell'edizione 2024 della bellissima festa Aprilia si è goduto tutto l'amore dei tifosi che negli anni non hanno mai smesso di sostenerlo. Dai giri in pista in sella alle 250, passando per la Race of Stars ed anche per qualche giro con le belve vere, le RS-GP che da quando Aleix è arrivato in Aprilia sono costantemente cresciute fino a diventare tra le più competitive del paddock. 

"Sono felice, questo giorno è bellissimo per me- ci ha raccontato Aleix - Sono otto anni che stiamo assieme con Aprilia, sono stato qui dall’inizio dell’Aprilia All Stars, ogni anno diventa più grande, facciamo più cose ed è bellissimo perché vedi tutti gli uomini di Aprilia, gli ingegneri, i piloti storici. Un giorno davvero molto figo per me. Mi sto divertendo, sicuramente sarà il mio ultimo come pilota Aprilia".

Arriva Jorge Martìn sulla tua moto, sembra un passaggio di testimone ideale. 
"Io voglio il bene sia di Jorge che di Aprilia, li amo entrambi. Per me è un sogno che la mia Aprilia con il 41 e con tutti i miei ragazzi del box venga guidata da lui l’anno prossimo, è una cosa che mi rende molto felice, sia per lui che per la squadra. Era molto triste per tutto quello che è successo con Ducati, ma sono sicuro che in Aprilia troverà quello che ci vuole, sarà senza dubbio un idolo, cosa che si merita. L’ho visto davvero molto contento e gasato!".

Ma restano tante gare da correre per te prima di salutare la moto nera con il 41! Serve una vittoria per salutare per bene.
"Alla grande! Ci proverò senza dubbio, arriveranno piste importanti per noi di Aprilia. Assen sarà buona per noi, poi arriverà anche Silverstone che è ok. La nostra moto va bene, ma nelle ultime gare non siamo riusciti a stare al livello che ci saremmo aspettati. Sono successe tante cose, ma la verità è che manca più di metà campionato. Sono molto concentrato, mi piacerebbe salutare Aprilia con una bella vittoria".

Sei risalito sulle due tempi anche quest'anno, sembra che sia il momento che preferisci nell'Aprilia All Stars!
"Il tempo vola, ma in realtà non mi sembra che sia passato poi tanto tempo da quando anche io guidavo quelle moto lì. Oggi quasi tutti i piloti che sono in MotoGP che corrono contro di me non hanno mai provato le due tempi, per me è ancora qualcosa di davvero speciale. Ogni anno all’Aprilia All Stars per me una delle cose più belle è proprio riuscire a guidare le moto due tempi, anche perché ogni anno che passa diventa sempre più difficile ma resta bellissimo".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy