Tu sei qui

SBK, BMW e l'ora delle risposte: chi sarà il compagno di Toprak? E Bonovo cosa farà?

LA SITUAZIONE - Bongers assicura: “Entro fine giugno tutte la decisioni verranno prese”. Van der Mark e Gerloff sono in scadenza di contratto mentre Redding ha un’opzione. C’è poi la questione team satellite Bonovo con Puccetti sullo sfondo

SBK: BMW e l'ora delle risposte: chi sarà il compagno di Toprak? E Bonovo cosa farà?

Si preannunciano tre settimane di fuoco in casa BMW perché è già arrivata l’ora di tracciare la strada verso il 2025. Ad oggi l’unica certezza per la Casa di Monaco è Toprak Razgatlioglu, che oltre ad aver fatto la differenza in sella alla M 1000 RR gode di un contratto con il marchio fino al termine del prossimo anno.

In merito al discorso piloti, Scott Redding ha un’opzione da esercitare anche per la prossima stagione mentre Michael van der Mark e Garrett Gerloff vanno in scadenza a fine anno. La scelta prioritaria in casa BMW è quindi quella di capire chi affiancherà il turco nel team factory la prossima stagione. In questo avvio di stagione, l’olandese ha dimostrato costanza, rimanendo sempre presente nella top ten ad eccezione della Superpole Race di Phillip Island.  Inoltre all’interno del box regna un’atmosfera di equilibrio e armonia con Toprak.

Discorso diverso invece, sul fronte risultati, per lo statunitense, arrivato nei dieci soltanto in tre delle nove gare disputate ad oggi. Di sicuro BMW si aspettava qualcosa di più da parte dell’americano, anche se c’è da dire che la stagione è solo all’inizio e c' ancora del tempo per ribaltare il trend. Una scelta dovrà comunque essere presa e tra i piloti che stuzzicano l’interesse della Casa di Monaco compare anche Andrea Iannone, protagonista di un sorprendente inizio di stagione con Go Eleven dopo quattro anni d’assenza dalle gara.

In merito al discorso piloti Bongers ha già fissato una scadenza: “Entro fine giugno prenderemo le nostre decisioni e poi verranno comunicate”. Parole chiare e trasparenti quelle del boss BMW, che tra le tante questione sarà poi impegnato a valutare la questione inerente il team satellite. Come riportato dai nostri colleghi di Speedweek, al momento Bonovo pare poco soddisfatta del trattamento ricevuto da BMW tanto da aver già minacciato la Casa di valutare strade alternative.

Qualora BMW dovesse perdere la struttura che fa capo a Jurgen Roder, Marc Bongers dovrà andare alla ricerca di una nuova squadra satellite. Tra le possibili strade percorribili c’è quella che conduce a Manuel Puccetti, che nelle prossime settimane dovrà innanzitutto parlare con Kawasaki per capire cosa intende fare la Casa dopo la nascita del nuovo progetto Bimota. Non solo, Manuel dovrà anche capire l'evoluzione del progetto QJ, che come ben sappiamo sostiene quest'anno in SuperSport. 

Già lo scorso anno c’erano stati dei colloqui tra BMW e il manager emiliano, ma quest’ultimo decise di proseguire con la moto giapponese evitando stravolgimenti. La priorità di Puccetti è quella di capire che tipo di sostegno avrà il prossimo anno da parte di Kawasaki, parlare poi con QJ, in seguito valuterà cosa fare.

Si preannuncia quindi un mese di giugno caldo col mercato che potrebbe ricevere forti scossoni.    

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy