Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: "L'infortunio è superato e l'adattamento a Ducati finito"

"Il prossimo obiettivo è stare nei primi 5 in ogni GP. La gara di oggi? Tutto bene fino a quando non ho accusato problemi in frenata e preferito contenermi che cadere"

MotoGP: Morbidelli:

Al termine della Sprint Race chiusa al quarto posto, Franco Morbidelli non aveva temuto di scoprire le proprie carte e confessare di ambire a quel passetto in più per raggiungere la top 3 già da questa domenica, ma evidentemente non era destino e il GP del Mugello il portacolori della Pramac lo ha chiuso in sesta piazza a dispetto di alcune buone notizie in termini di sensazioni in sella.

“È stato un weekend solido, in costante miglioramento. Speravo in qualcosa di più per oggi, ma ad un certo punto ho dovuto mollare un po’ perché ero troppo al limite con i freni.  Diciamo che ho preferito contenermi piuttosto che buttare via tutto come al Montmelò, visto che il podio era anche lontano. Martin e Bastianini giravano almeno tre decimi più forte, però per un tratto sono stato con loro. Solo quando ho cominciato a faticare ho rallentato - ha commentato - Complessivamente sono contento. Già avevamo fatto dei progressi a Barcellona e qui siamo riusciti ulteriormente a rafforzarci in partenza tirando fuori il nostro potenziale. Detto ciò sono ancora a nove secondi dal vincitore e a tre decimi dalla pole position".

Alcuni piloti hanno sofferto dal punto di vista fisico.  "No, io direi di no, nonostante effettivamente questa sia una pista probante a causa dei tanti cambi di direzione. Rispetto al 2023 da questo punto di vista non ho notato differenze”, ha confidato.

Anche alla luce della prestazione odierna il pilota romano sembra avere finalmente la Ducati in mano. “Non ho potuto fare i test, ma i primi 4, 5 GP li ho utilizzati come lo fossero. Adesso quel periodo si è concluso, anche abbastanza bene e velocemente. E’ stata tosta, ma vicino a me ho tante persone che mi danno forza per affrontare le criticità normali per uno sportivo. Dobbiamo continuare a lavorare così. La sessione di domani? Non so se proverò delle novità, ne parlerò con il team, ma sarà cruciale concentrarsi sul setting. Il prossimo obiettivo? Avere la velocità per partire sempre dalle prime due file e chiudere tra i primi cinque”.

In ultima battuta, impossibile non tornare sul tema mercato. “Ne so poco e direi stupidaggini”, ha tagliato corto. 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy