Tu sei qui

MotoGP, Martìn: "Ho fatto un errore da rookie con Bastianini, non accadrà più"

"L'anno prossimo al Mugello saprò tenere la traiettoria giusta per tutto l'ultimo giro, un buon pilota impara dai propri errori ed oggi ne ho fatto uno grosso. Il Mugello è la pista di Pecco, ad Assen so di poter fare un buon lavoro"

MotoGP: Martìn:

Jorge Martìn è forse felice a metà al termine del Gran Premio d’Italia al Mugello. Il terzo posto di ieri ha consentito ad un Bagnaia perfetto di avvicinarsi sensibilmente in classifica generale e proprio nel momento in cui almeno stava pregustando un secondo posto di spessore, è arrivato un sorpasso da manuale di Enea Bastainini, che alla Bucine l’ha infilato quando ormai i giochi sembravano fatti.

Jorge può però considerare il bicchiere mezzo pieno soprattutto analizzando il suo fine settimana nel complesso, perché dopo la caduta di ieri nella Sprint sembrava parecchio preoccupato in vista della gara lunga ed un podio può essere considerato un successo in ogni caso, gli ha consentito di contenere i danni e di lasciare la Toscana con un bottino di 18 punti di vantaggio nei confronti di Pecco.

"E’ stata una gara interessante direi - le parole di Martìn - Adesso posso anche dire di essere contento, all’inizio ero leggermente frustrato per quel sorpasso all’ultimo giro. Ma prima della gara avrei firmato per un podio di certo, ho sofferto tanto ieri ed ero davvero in crisi. Siamo riusciti a migliorare le cose sulla moto, all’inizio ero davvero vicino a Pecco. Ma in realtà una cosa è essere vicino, un’altra è esserlo abbastanza da poter attaccare. Non ci sono arrivato, ma nel complesso qui sono stato molto più competitivo rispetto alla scorsa stagione quindi penso che stiamo facendo un ottimo lavoro, siamo veloci sempre e spesso sul podio. Questa pista è di Pecco, l’ho detto già giovedì. Finire così vicino a lui è in ogni caso positivo".

Hai capito cosa è successo ieri?
"Ancora non ho capito bene come mai sono caduto ieri, ma a volte capita e non è la prima volta che mi succede. E’ successo anche a Pecco nella Sprint di Barcellona e direi che è una cosa che dobbiamo risolvere, perché cadere senza conoscerne la ragione è un qualcosa che non va affatto bene per la confidenza. Sono felice perché di solito io preferisco non toccare la moto e provare a lavorare solo su me stesso per capire come essere veloce con quello che ho. Ma da ieri ad oggi abbiamo fatto dei cambiamenti abbastanza grandi e ne valeva la pena. Questo da’ a me ed alla squadra più fiducia per il futuro, perché adesso so che possiamo fare qualcosa di diverso quando le cose non funzionano senza averne paura. Io vado via dal Mugello con tanti aspetti positivi, sono salito sul podio in un fine settimana che probabilmente è stato per me uno dei più difficili della stagione. Posso solo essere felice per questo".

Rispetto alla GP23 in cosa pensi che la GP24 rappresenti un passo in avanti?
"Secondo me la cosa che è cambiata moltissimo sulla moto di quest’anno è la frenata, almeno questo è quello che sento. Qui però ho visto la GP23 molto veloce, io ricordo che l’anno scorso nei cambi di direzione ad esempio, ero più veloce con quella moto. Quest’anno soffro di più in alcuni punti, ma secondo me in generale sono molto simili".

Come ti sei sentito quando Bastianini ti ha passato?
"Dipende tutto dall’esperienza che hai ed oggi direi che ho sfruttato davvero male la mia esperienza nell’ultima curva! Ma fidatevi, questo non accadrà di nuovo in futuro. Un buon pilota è quello che impara dai propri errori ed oggi il mio è stato un super errore, degno di un rookie. L’anno prossimo nell’ultimo giro starò sulla traiettoria giusta fino alla fine".

Adesso arriva Assen, pensi di poter tornare a vincere?
"La scorsa stagione ad Assen sono caduto in qualifica e sono partito 12° e lì il primo giro è molto difficile. Ma poi domenica in gara ho recuperato da un distacco di 5 secondi dal leader fino a 2 nell’ultimo giro, quindi penso di poter fare un bel lavoro, mi sento anche più forte della scorsa stagione. Il mio obiettivo è salire sul podio, so che abbiamo il potenziale per riuscirci quindi mi resta solo da essere concentrato ed affrontare il fine settimana di gara".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy