Tu sei qui

Moto2, Roberts la spunta su Gonzalez al Mugello e riduce le distanze da Garcia

Joe torna al successo battendo in volata l’alfiere del team Gresini e si porta a 7 punti dal leader del Mondiale, 4° al traguardo alle spalle di Lopez. Settimo Vietti, 16° Arbolino, a terra Pasini e Aldeguer

Moto2: Roberts la spunta su Gonzalez al Mugello e riduce le distanze da Garcia

È stato il poleman Joe Roberts a spuntarla al Mugello, battendo in volata Manuel Gonzalez in quella che è stata una vera e propria Sprint Race. Dopo la riduzione della distanza di gara, dovuta alla bandiera rossa che ha condizionato il GP d’Italia della classe Moto3, i piloti della Moto2 sono stati infatti chiamati ad affrontare 12 giri di fuoco, che hanno incoronato lo statunitense del team American Racing. Tornato al successo dopo un digiuno che durava dal GP del Portogallo 2022, conquistando la sua prima vittoria in stagione, nonché la prima da portacolori della squadra a stelle e strisce. 

Un trionfo importantissimo in ottica campionato per Roberts, portatosi a sole sette lunghezze di distanza dal leader della classifica iridata Sergio Garcia, quarto al traguardo a 1”2 dal vincitore. Portatosi al comando subito a inizio gara, il poleman è stato protagonista dapprima di un bel duello con Alonso Lopez, trovandosi poi a difendere la prima posizione da Gonzalez, che ha tentato fino all’ultimo di strappargli la prima piazza. Uscito in scia a Roberts dall’ultima curva, l’alfiere del team Gresini si è dovuto accontentare della seconda posizione a 67 millesimi dal vincitore, con Lopez a completare il podio.

A prendersi la palma di migliore degli italiani davanti al pubblico del Mugello è stato Celestino Vietti, 7° alle spalle di Ai Ogura e Aron Canet. Gara sfortunata invece per Mattia Pasini, caduto nel corso dell’ultimo giro, mentre si trovava al 12° posto. Non è andata molto meglio agli altri due piloti di casa, Tony Arbolino e Dennis Foggia, rimasti entrambi fuori dalla zona punti e transitati sotto alla bandiera a scacchi rispettivamente in 16ª e 20ª posizione.

Fine settimana da dimenticare poi per Fermin Aldeguer, la cui corsa si è conclusa al 4° giro, nella ghiaia della curva Materassi, mentre si trovava in piena rimonta dopo essere scattato dalla 18ª casella in griglia, per aver saltato le Qualifiche di ieri a causa di una contrattura al collo. Caduti anche Ayumu Sasaki, Filip Salac, Jeremy Alcoba e Darryn Binder, con quest’ultimo finito a terra all’Arrabbiata 1 a metà gara, quando si trovava in lotta per il podio.

La classifica del GP d’Italia

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy