Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "Non ho visto molto bene la manovra di Martìn, ma l'ho sentita"

"Peccato sia finita così presto la mia gara, ero veloce e forse me la sarei giocata con Pecco. Con Jorge un contatto forse non da penalità, ma di certo al limite, si è comportato come se io non fossi lì"

MotoGP: Bastianini:

Finisce nella ghiaia e dopo un contatto con Jorge Martìn la Sprint Race del Mugello di Enea Bastianini, che era partito con ben altre idee in testa riguardo il finale di giornata. La Besta era infatti scattato bene dalla 5a casella dello schieramento, sentiva di essere più veloce di Martìn che in quel momento, all'inizio del terzo giro, lo precedeva in seconda posizione ed ha tentato l'affondo per non far scappare Bagnaia. 

La staccata si è allungata più del dovuto e questo ha aperto uno spiraglio per l'incrocio di Martìn, che ha poi impattato l'interno della Ducati di Enea spedendolo nella via di fuga. Che sia o meno un incidente di gara senza responsabilità, lo deciderà la commissione gara che sta ancora esaminando le immagini, ma quello che è certo è che questo zero non ci voleva oggi per Enea, soprattutto in un giorno in cui tutti i tasselli del puzzle sembravano nel posto giusto per consentirgli di tornare sul podio.

"Non l’ho vista molto bene, ma l’ho sentita! - ha spiegato Enea sul contatto - Peccato che sia finita così presto la mia gara perché ero veloce. Avevo Jorge che era un po’ al limite e quindi ho pensato di ripassarlo subito. E niente, si è comportato come se non ci fossi…"

Domani cosa ti aspetti?
"Per domani mi aspetto una gara diversa, penso che sarà impegnativa per le gomme, soprattutto per l’anteriore che si consuma molto. Bisognerà cercare di preservarla molto bene, poi ci sarà anche da decidere che gomma utilizzare per la posteriore, ma credo di essere abbastanza convinto su cosa fare al riguardo".

Sei già andato dai commissari?
"Ancora non sono andato dai commissari. Diciamo che dalle immagini che si sono viste in TV non sembra ci sia da penalizzare nessuno, ma dopo se volete vi faccio vedere le immagini di Farinelli (fotografo MotoGP, ndr), perché li si capisce un po’ meglio la dinamica. Non ne ho parlato ancora con nessuno. Secondo me se non era un contatto da penalità, era di certo molto al limite".

Avresti potuto vincere?
"Diciamo che secondo me è difficile immaginare come avrei potuto finire, ma credo che provare almeno a lottare con Pecco era fattibile. Ma avendo fatto solo due giri non posso saperlo in realtà. Di solito sulla gara lunga vado meglio, penso di avere buone possibilità di stare davanti, ma si vedrà domani".

Tanti tifosi sugli spalti oggi, ti ha fatto un bell'effetto?
"Mi fa effetto vedere tanta gente sugli spalti, è bello vedere tanti che si sono appassionati di nuovo al nostro sport. E’ andata così, però cercherò di farli felici domani".

C'è almeno una nota positiva e riguarda la tua partenza, oggi perfetta. 
"La partenza è stata davvero buona, ci vorrebbe anche domani e mi aiuterebbe. Però vediamo se riesco, spero davvero di farla. Voglio andare avanti perché voglio essere concentrato sul mio compito di domani. Non voglio crearmi distrazioni di sorta, perché in questo momento sono inutili. Tanto sono caduto, quindi quello è il risultato e basta. Diciamo che è molto più importante quello che potrò fare domani di quello che è successo oggi".

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy