Tu sei qui

SBK, Toprak e la BMW fanno paura a Misano, per Bautista 4 cadute in due giorni!

Il turco migliora addirittura il record di ieri rifilando mezzo secondo a tutti: 2° Rea seguito da Bulega, Bautista, Locatelli e Gardner, 12° Pirro, 13° Bassani, 15° Petrucci, 16° Iannone

SBK: Toprak e la BMW fanno paura a Misano, per Bautista 4 cadute in due giorni!

Alle ore 18 si è conclusa la seconda e ultima giornata di test della Superbike a Misano. Un venerdì inficiato dal maltempo con la pioggia che ha complicato i piani di squadre e piloti. Sta di fatto che quando le condizioni del tracciato sono state asciutte, Toprak Razgatlioglu ha sorpreso non poco, siglando addirittura il nuovo record della pista e facendo meglio rispetto a ieri.

Il cronometro dice 1’32”535, ovvero mezzo secondo più veloce in confronto alla pole di Alvaro Bautista dello scorso anno. Un segnale certamente incoraggiante per il portacolori BMW, che ha dimostrato di trovarsi a proprio agio in sella alla M 1000 RR sulla pista intitolata a Marco Simoncelli.

Il campione del mondo in carica, invece, ha concluso i test in quarta posizione dovendo fare i conti con quattro cadute nell’arco dei due giorni. In classifica Alvaro accusa ben sei decimi dal vertice senza però aver utilizzato la SCQ al pomeriggio. C’è da dire che oggi il portacolori Ducati è caduto nel momento in cui la pista era appena bagnata senza riportare conseguenze. La sua priorità è stata infatti quella di valutare gli aggiornamenti portati da Ducati piuttosto che dedicarsi alla ricerca del tempo sul giro secco.

Davanti a lui sorprende col secondo tempo la Yamaha di Johnny Rea braccato dalla Panigale V4 di Nicolò Bulega, distante dal Cannibale soli 20 millesimi. Nelle posizioni di vertice troviamo poi altre due R1, ovvero quelle di Locatelli e Gardner rispettivamente quinta e sesta seguiti dalla Kawasaki di Lowes.

Nella top ten compare poi Aegerter con Van der Mark e Rabat a chiudere le prime dieci posizioni. Resta fuori la Honda di Lecuona così come Michele Pirro, autore del 12° tempo a un secondo e tre decimi dalla vetta. Dietro di lui rincorre Axel Bassani con la Kawasaki seguito da un tris di Ducati. La prima è quella di Sam Lowes poi troviamo quella di Danilo Petrucci, 15° a fine giornata senza però aver girato al pomeriggio. 16° tempo invece per Andrea Iannone che non ha voluto ricercare il tempo. Alle spalle del portacolori Go Eleven, Vierge e Oettl poi le Honda del team MIE. Tra le SSP, il più veloce si è rivelato Huertas davanti a Manzi.

foto credit: Dani Guazzetti

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy