Tu sei qui

SBK, Tourist Trophy: Schofield e Dawkins elitrasportati in ospedale dopo un incidente

Il pilota e il passeggero sono stati trasportati al Noble's Hospital dopo l’incidente che ha portato all’esposizione della bandiera rossa nelle Qualifiche dei sidecar di mercoledì sera, ma non sono in pericolo di vita

SBK: Tourist Trophy: Schofield e Dawkins elitrasportati in ospedale dopo un incidente

Si sono vissuti attimi di apprensione mercoledì sera all’Isola di Man, per l’incidente occorso poco prima delle 21, ora locale, a Chris Schofield e Tom Dawkins durante il turno di Qualifiche dei sidecar.

Come si legge in un comunicato diffuso dagli organizzatori del Tourist Trophy, l’incidente si è verificato a Bishopscourt durante la sessione di Qualifiche dei sidecar di mercoledì sera e ha portato all’esposizione della bandiera rossa per prestare soccorso all’equipaggio numero 31. Sia il pilota Chris Schofield che il passeggero Tom Dawkins erano entrambi coscienti e sono stati elitrasportati al vicino Noble's Hospital per ricevere le cure del caso.

Un incidente che non ha avuto fortunatamente avuto conseguente particolarmente gravi per l’equipaggio coinvolto, come ha assicurato il “newcomer” Schofield attraverso un post pubblicato sui suoi profili social. 

“Come avrete sentito, c’è stato un incidente nelle Qualifiche di questa sera. È successo subito dopo Bishopscourt. Mi dispiace ragazzi per aver interrotto le vostre prove, ma ce la caveremo ha rassicurato Chris, aggiornando sulla situazione subito dopo il ricovero in ospedale.Tom ha riportato tagli e contusioni, danni ai tessuti molli ma può camminare ed è stato dimesso. Io ho due polmoni perforati (solo in minima parte), una lacerazione al fegato, una commozione cerebrale, danni ai tessuti molli, tagli e contusioni e mi tengono sotto osservazione. Spero che mi lascino uscire domani, ma staremo a vedere. Ho qualche idea sull’accaduto, ma ne sapremo di più quando sarà stata data un’occhiata a quello che una volta era il nostro veicolo. Ringrazio tutti per le gentili parole e per il sostegno. Ci rivedremo molto presto nel paddock”.

Schofield ha poi voluto estendere i suoi ringraziamenti a tutti colororo che hanno contribuito a prestare assistenza a lui e al suo passeggero.

Meritano una menzione speciale e un ringraziamento tutti i marshall e i medici che aiutato a estrarre me e Tom dal ciglio della strada, mantenendoci calmi e aiutandoci soprattutto quando facevo fatica a respirare - ha aggiunto - Il vostro aiuto e le vostre rassicurazioni sono stati meravigliosi e mi hanno davvero aiutato. Ringrazio anche tutto il personale del Noble's Hospital per le cure che mi hanno prestato e continuano a prestarmi”.

Articoli che potrebbero interessarti