Tu sei qui

SBK, Toprak incontenibile: distrugge il record della pista a Misano con la BMW!

Il turco precede le Ducati di Bulega e Bautista, 4° Rea poi Lowes e Locatelli, 7° Iannone seguito da Gardner e van der Mark. 10° Bassani, 13° uno stoico Petrucci, 14° Pirro

SBK: Toprak incontenibile: distrugge il record della pista a Misano con la BMW!

Alle ore 18 si è conclusa la prima giornata di test della Superbike a Misano e per l’occasione non è mancata la bagarre in pista. Per maggiori informazioni chiedere a Toprak Razgatlioglu, protagonista del giovedì grazie al nuovo record del tracciato in 1’32”663. Per l’occasione il turco ha abbassato di quattro decimi la prestazione dello scorso anno realizzata da Alvaro Bautista, mandando un chiaro segnale di quello che è il suo livello di competitività.

A proposito del campione del mondo, lo spagnolo ha archiviato questa prima giornata in terza posizione a 488 millesimi dalla vetta, preceduto dal proprio compagno di squadra, ovvero Nicolò Bulega, che ha mancato il miglior tempo per soli 68 millesimi.

Toprak e Nicolò sono quindi gli unici ad essere scesi sotto il muro dell’1’33” riscontrando grande fiducia sul tracciato della Riviera. A stresso contatto con le posizioni di vertice compare poi Johnny Rea, autore del quarto tempo a mezzo secondo dalla vetta davanti a Sam Lowes.

Dopo tanto tempo, il Cannibale torna ad essere la Yamaha più veloce in pista mentre Locatelli è sesto, incalzato da Andrea Iannone, in ritardo dalla vetta di quasi un secondo. The Maniac ha preferito non andare alla ricerca del tempo, precedendo la R1 di Gardner con van der Mark e Bassani a chiudere la top ten.

A proposito di Bassani, al pomeriggio la Kawasaki più performante in pista è proprio la sua dato che Lowes non è andato oltre il 12° crono preceduto dalla ZX-10RR di Tito Rabat con i colori Puccetti.

Volgendo invece lo sguardo agli altri piloti italiani: Danilo Petrucci è stato protagonista del 13° tempo di giornata a un secondo  e otto decimi di distacco da Toprak. Ricordiamo che per Petrux si trattava del ritorno in sella alla Panigale dopo il brutto incidente di aprile con il cross. Dietro di lui Michele Pirro con la Ducati del test team.

Seguono le Honda di Lecuona e Vierge così come le Yamaha di Aegerter ed Oettl.

Credit Photo: Dani Guazzetti 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy