Tu sei qui

MotoGP, Bezzecchi: "Aleix Espargaro mi vede in Aprilia al suo posto? Mi fa piacere"

"E' positivo essere accostato ad una scuderia ufficiale, ma oggi il mio obiettivo principale è tornare ad essere competitivo perché sono ancora in difficoltà. Aspettative per il weekend? Mi auguro che il tifo mi aiuti"

MotoGP: Bezzecchi:

Reduce da un nono e un undicesimo posto al Catalunya Marco Bezzecchi vuole guardare all'appuntamento del Mugello con positività. Protagonista di un avvio di stagione più turbolento del previsto, con solo qualche spiraglio di luce, il riminese spera che l'aria toscana possa regalargli un sorriso, a dispetto delle criticità che non mancano sulla sua Ducati del 2023.

"Posto magnifico, anche solo da visitare. E' stato bellissimo arrivare qui ieri assieme a Vietti e Bagnaia e vedere le colline, le salite e le discese, i tricolori in giro. Sono veramente contento, ho voglia di girare qua. Come circuito mi piace e l'anno scorso ero anche andato abbastanza bene. Sarà complicato dopo Le Mans, dove ero stato competitivo, ma non ho raccolto nulla, e dopo Barcellona, dove ho faticato. Mi auguro di fare meglio e che i tifosi e i miei amici mi siano da sprone", le sue parole.

Entrando più nel tecnico, alla domanda se le gomme 2024 sia problematica, il romagnolo ha replicato: "L'ho detto da subito. Da quando hanno modificato la costruzione dello pneumatico ho cominciato a soffrire. Anche se sono incredibilmente prestazionali, presentano degli svantaggi. A me personalmente hanno creato difficoltà".

Il meteo per i momenti nevralgici del fine settimana sembrerebbe dare pioggia. "A me guidare sul bagnato diverte molto, ma è sempre meglio girare su asciutto, innanzitutto perché non siamo nella posizione di perdere un weekend di lavoro. Visto le criticità che abbiamo c'è da rimboccarsi le maniche, in più sul bagnato aumentano i rischi".

La mancanza di aderenza ha influenzato e non poco l'esito del GP del Montmelo. Ma qual è il tracciato migliore del campionato sotto questo punto di vista?

 "Penso probabilmente Misano. L'asfalto è  veramente poco aggressivo e non si patisce per nulla il degrado. Anche su questa pista si va molto bene, ma forse il consumo è superiore. Quindi penso che ci si divertirà. Avrò un casco speciale? Sì come al solito qui".

Un pensiero anche al mercato piloti che già da qualche settimana impazza. "Fa parte del gioco ed è giusto parlarne. A me personalmente fa piacere essere nominato per certe cose, ma la mia preoccupazione principale è essere più veloce possibile. Espargaro mi vede come suo sostituto in Aprilia? Come detto, è un bene, visto che l'obiettivo di qualunque pilota è entrare in una scuderia ufficiale. Personalmente non sto andando al meglio delle mie possibilità, quindi se da un lato cerco di stare focalizzato sul presente, mi sto anche guardando attorno, vagliando tutte le alternative".

Cosa cambia quando si hanno corse così ravvicinate?

"Per me non molto essendo lento. Scherzi a parte, effettivamente è diverso quando non si ha molto tempo a disposizione per prepararsi, poi, in questo caso, trattandosi dell'evento di casa i giorni di stacco sono volati. Certo è più dura, ma è anche bello così", ha concluso.

 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy