Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Chiunque arriverà in Ducati non voglio rovini l'atmosfera nel team"

"Per il resto voglio rimanere fuori da questa questione. Il Mugello è speciale e il pubblico lo rendo magico. Le difficoltà nella Sprint? Mi serve solo un po' di fortuna"

MotoGP: Bagnaia:

In questo momento Bagnaia è una mosca bianca nel paddock. Insieme a pochissimi altri piloti, ha il privilegio di fare da spettatore ai movimenti di mercato, con un contratto già firmato in tasca. “Sono un po’ geloso di non avere nessuna opzione per il futuro” scherza mentre Martin e Marquez erano bersagliati dalle domande su dove andranno.

In tanti invidiano la tua situazione…
È bello, la storia di amore fra me e la Ducati va bene, ci siamo scelti a vicenda e non potrei chiedere nulla di più. Adoro la mia moto, ho una squadra fantastica, sono molto felice e avere un contratto mi da stabilità. Posso concentrarmi solo sui miei obiettivi”.

Le varie chiacchiere non ti disturbano?
Non mi cambia niente, secondo me si sta parlando del nulla. Fare uscire articoli con decisioni prima che siano state prese… si fa prima ad aspettare”.

Tu non c’entri niente con la scelta del tuo compagno di squadra?
Ducati mi ha chiesto un parere, ma sono io che non voglio darlo. L’unica cosa che mi preme è che nessuno rovini l’ambiente che c’è adesso nel team perché ci sono voluti anni per crearlo. Per il resto, voglio rimanerne fuori”.

Meglio pensare al Mugello?
Amo questo fine settimana, non solo per la pista ma perché siamo in Italia, Ducati qui va benissimo e i tifosi rendono tutto più magico. Parlando del tracciato, ci sono frenate impegnative e curve lunghe: è perfetto per il mio stile di guida”.

C’è la maledizione della Sprint da sconfiggere…
Mi preparerò come sempre. Il problema non è che sono lento, basta guardare le ultime tre gare. A Jerez potevo vincere e sono caduto per un contatto, a Le Mans ho avuto un problema elettronico e a Barcellona sono caduto quando avevo più di mezzo secondo di vantaggio. Il potenziale c’è, ma mi serve un po’ più di fortuna”.

La pioggia potrebbe scombinare i piani?
Dovesse essere bagnato riusciremo almeno dei fare dei giri in quelle condizioni, non ci siamo mai riusciti in questa pista. Sarebbe importante per capire il limite e sistemare l’assetto”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy