Tu sei qui

La MotoGP perde anche l'India: il Kazakistan probabile sostituto

L'organizzatore ha comunicato la volontà di spostare l'evento a marzo 2025 per ragioni legate al clima di settembre, ma la realtà è diversa e sarà difficile per la MotoGP tornare in India

MotoGP: La MotoGP perde anche l'India: il Kazakistan probabile sostituto

Il Gran Premio di India previsto per il fine settimana del 23-25 settembre sarà annullato, una notizia che già avevamo riportato circa due settimane fa (leggi QUI) e che Loris Capirossi ci aveva praticamente confermato nel nostro TG di Barcellona (QUI il video). Ancora non è stata comunicata questa decisione in via ufficiale da Dorna, ma i colleghi di Motorsport.com hanno intercettato una comunicazione da parte di Fairstreet Sports, organizzatore del GP, che lascia poco spazio all'immaginazione. 

Questo il testo attribuito a Pushkar Nath Srivastava, CEO di Fairstreets Sports:
"La decisione di spostare la gara a marzo del prossimo anno, puntando alla prima o alla seconda settimana, è stata frutto di un accordo collettivo tra tutte le parti interessate. Le condizioni meteorologiche non adatte a settembre per correre hanno posto sfide significative sia ai piloti che ai commissari, come già osservato l'anno scorso. Con il sostegno e la visione del governo del UP, la gara di marzo sarà organizzata in modo più grandioso e mirerà a stabilire un nuovo standard di eccellenza negli eventi motoristici".

La realtà sembra però diversa, perché alla base dell'annullamento della tappa indiana ci sarebbe un problema economico legato al contratto con Dorna, che evidentemente non ha ricevuto quanto stabilito da contratto per disputare il GP sul Buddh. Senza questa tappa la MotoGP rischia di vedere il calendario scendere nuovamente a 19 tappe, ma sullo sfondo c'è sempre la possibilità, a questo punto abbastanza concreta, di riposizionare nella data del 23 settembre il GP del Kazakistan, che era stato annullato a causa delle alluvioni che hanno colpito le zone vicino al circuito. 

In giornata dovrebbe arrivare una comunicazione ufficiale da parte di Dorna riguardo l'annullamento del GP di India e l'eventuale riposizionamento in calendario di quello del Kazakistan. 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy