Tu sei qui

SBK, Zarco alla 8 Ore di Suzuka 2024: il francese come Valentino Rossi

Johann ha confermato che parteciperà con la Honda CBR alla classica Endurance, approfittando dello slittamento del GP del Kazakistan. Honda insegue il terzo trionfo consecutivo, forse ci saranno altri piloti GP

SBK: Zarco alla 8 Ore di Suzuka 2024: il francese come Valentino Rossi

Johann Zarco parteciperà alla 8 Ore di Suzuka e lo farà ovviamente da pilota ufficiale Honda. Pensando ai colori Castrol che utilizza in pista in MotoGP con la Honda di LCR, viene naturale sognare una Fireblade che riprenda questa grafica, omaggiando in un certo senso la stessa iconica grafica portata in pista da Valentino Rossi e Colin Edwards nel 2000. I due non vinsero in quella stagione, ma si presero una bella rivincita in quella successiva. 

Zarco approfitterà del cambio di calendario in MotoGP causato dallo slittamento del GP del Kazakistan, un periodo di stop che gli consentirà di volare in Giappone per prendere confidenza con la CBR 1000 RR-R e soprattutto con le Bridgestone, gomme profondamente diverse dalle Michelin utilizzate nei GP. Per il francese non è un debutto assoluto, perché già nel 2016 avrebbe dovuto partecipare alla classica in sella ad una Suzuki, in virtù di un pre contratto che il francese aveva in tasca per diventare ufficiale Suzuki in MotoGP nel 2017. Suzuki gli preferì poiu Rins per la MotoGP, Johann svolse anche i test, ma poi rinunciò alla partecipazione ed al suo posto corse Noriyuki Haga. 

Pur non avendo tanta esperienza, nessuno mette in discussione il talento di Zarco, ma sappiamo bene che la 8 Ore di Suzuka è una gara del tutto particolare, ed anche i mastini del mondiale Endurance spesso soccombono di fronte agli schieramenti della Case giapponesi che spesso hanno corso in passato con formazioni Factory al 100% messe assieme con il solo scopo di vincere quella che per i giapponesi non è solo una gara, ma una questione di puro orgoglio. Ma un buon risultato per Zarco sarebbe senza dubbio una occasione per ritrovare il sorriso e lottare al vertice, in un 2024 decisamente difficile per Honda in MotoGP. 

Anche Pecco Bagnaia non ha mai nascosto la sua grande voglia di correre a Suzuka e Gigi Dall'Igna non ha escluso del tutto questo scenario. Di certo sarà impossibile farlo nel 2024, ma in futuro è plausibile che vedremo anche altre star della MotoGP correre a Suzuka. Negli anni 80 e 90 era del tutto normale che tutti i piloti di punta della Case giapponesi, dalla 500 alla SBK, si sfidassero in pista nella Endurance probabilmente più affascinante che ci sia. 

Articoli che potrebbero interessarti