Tu sei qui

MotoGP, Meregalli: "consapevoli degli sforzi di Fabio sulla Yamaha, Le Mans incoraggiante"

Il team manager del team Monster Energy Yamaha esalta gli sforzi del campione francese, di pari passo con lo sviluppo della M1: "E' stato frustrante per lui, voleva brillare davanti al pubblico di casa. Fabio ha gareggiato con i primi, il che è molto incoraggiante per le gare a venire"

MotoGP: Meregalli:

Il GP di Le Mans avrebbe potuto essere per Fabio Quartararo l'occasione di chiudere la miglior gara da inizio stagione, e farlo davanti ai propri fan sul circuito di casa oltretutto. Gli elementi per il successo c'erano tutti, dalla colorazione della tuta ad hoc, al calore dei propri tifosi, alla miglior qualifica da inizio 2024 che lo vedeva in terza fila in griglia di partenza. Una chance di brillare finita però prematuramente nella ghiaia, ed uno zero che sfoca così una altresì ottima prestazione del francese. Al netto del risultato, al francese il talento e la volontà non mancano, come testimoniano i suoi 25 punti, è 12° e primo pilota su una moto giapponese in classifica. I tempi del resto forse non erano ancora maturi, anche se la Yamaha grazie alle concessioni e ai nuovi uomini in campo promette di recuperare terreno, e col rinnovo di Fabio potrà farlo. La gara di Le Mans è quindi stata un segnale positivo per il futuro, un 'Appel aux arme' (chiamata alle armi ndr) del francese a proseguire negli sforzi dopo la rinnovata fiducia con la casa giapponese. Al team manager di Yamaha Massimo Meregalli lo sforzo del proprio pilota non è sfuggito e commentava così nel fine settimana:

"È stato estremamente frustrante, soprattutto per Fabio. Voleva brillare davanti al pubblico di casa. Era un momento cruciale e vedere la sua gara finire così è un vero peccato. Siamo tutti consapevoli dell'enorme sforzo che compie ogni volta".

Ma gli sforzi del pilota vanno di pari passo con gli sforzi diretti allo sviluppo della M1. Ad Austin Fabio infatti dichiarava che "abbiamo provato più cose oggi che in tutta la scorsa stagione" e ai test di Jerez la M1 sfoggiava la propria evoluzione aerodinamica.
"Domenica mattina abbiamo apportato alcune modifiche tecniche che si sono rivelate utili. Fabio ha gareggiato con i primi, il che è molto incoraggiante per le gare a venire", prosegue Meregalli.

Difficoltà condivise poi anche dal compagno di squadra Alex Rins, sul quale il team manager entra nel tecnico.
"Anche Alex ha avuto la sua parte di problemi, in particolare in frenata e in trazione. La long lap penalty ha solo peggiorato le cose. È chiaro però che non si sentiva a suo agio con l'assetto questo fine settimana, ma è determinato a ripartire da zero per le prossime gare".

Occhi puntati quindi sulla prossima tappa di Barcellona, che lo scorso anno vide Quartararo chiudere la competizione in 7° posizione nonostante la qualifica difficile. L'aver centrato subito la Q2 a Le Mans potrebbe quindi essere un primp assaggio del risveglio di Quartararo in sella alla sua Yamaha, in attesa che la casa giapponese riesca a mettere a segno il vero colpo da 90, ossia ottenere il tanto voluto team satellite.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy