Tu sei qui

Leclerc: "Contento del podio? Lo sono solo quando vinco"

"Ci manca qualcosa in rettilineo rispetto a Red Bull e McLaren". Verstappen: "Nonostante le difficoltà con le gomme dure sono riuscito a vincere". Norris: "Un peccato, con uno o due giri in più avrei superato Max"

Auto - News: Leclerc:

Non sono bastate le difficoltà di bilanciamento e neppure una McLaren in versione missile a fermare Max Verstappen. Il campione della Red Bull ha lasciato il segno anche in una Imola tutta tinta di rosso.

"Per tutta la gara ho dovuto spingere a fondo per cercare di crearmi un vantaggio. Con le gomme medie è stato più facile, mentre con le dure ho faticato. Nei primi 10/15 giri non avevo aderenza e scivolavo molto, in più sentivo la pressione di Norris. Anche nelle battute conclusive non è stata una passeggiata, perché quando gli pneumatici sono alla fine diventa complicato. Ho dovuto stare molto attento a non commettere errori e alla fine ce l'abbiamo fatta. Le criticità del venerdì? Non avevamo molte informazioni specialmente riguardo il comportamento delle hard, forse è per questo motivo. Nel complesso felice per pole e vittoria", il commento a caldo del 31enne.

 Ce l'ha messa tutta per scavalcare l'asso di Hasselt e per pochissimo non ci è riuscito. Lando Norris non ha nascosto la delusione una volta sceso dalla sua McLaren. "Con uno o due giri in più lo avrei superato. E' un peccato perché ho dato il 100%. E' evidente che ho perso tempo in avvio corsa, quando la RB20 andava meglio. Vincere sarebbe stato bellissimo, ma non era la nostra giornata. Detto ciò ormai abbiamo raggiunto il team austriaco e dobbiamo continuare così. Dopo i miglioramenti fatti e il successo di Miami dobbiamo sempre aspettarci di arrivare davanti", le parole del britannico. 

Ancora più rammaricato il terzo arrivato Charles Leclerc che avrebbe voluto far andare in visibilio la folla con un altro risultato. "Sono soddisfatto solamente quando taglio il traguardo per primo. Con la hard ho cercato di mettere sotto pressione Lando, ma poi la MCL38 si è rivelata più forte. Ci è mancato qualcosa in qualifica e rispetto ai nostri rivali pecchiamo in rettilineo. Dovremo capire il motivo. Previsioni per Montecarlo? Sarà speciale. Mi attendo di vedere ancora tanti ferraristi", ha analizzato il monegasco.

Articoli che potrebbero interessarti