Tu sei qui

MotoGP, Martin: "Sarebbe fantastico avere Marquez come compagno di squadra"

"E' già un sogno poter lottare con lui che è il più forte di sempre assieme a Rossi. Il futuro? Avrei preferito conoscerlo già. I dubbi su di me? Sto dimostrando il mio valore"

MotoGP: Martin:

Al momento leader della generale piloti con 38 punti di vantaggio su Bagnaia, Jorge Martin sente di avere il coltello dalla parte del manico in proiezione futura. La sua volontà mai celata sarebbe quella di sostituire Enea Bastianini nel team Ducati ufficiale, ma intervistato da Cadena SER in occasione dell'inaugurazione di un concessionario del costruttore di Borgo Panigale a Valencia, tra un bilancio e l'altro e una riflessione sul proprio percorso di crescita, ha lanciato un amo che vedremo se dall'Italia saranno interessati a cogliere.

"Nel 2023 il mio punto debole era stato l'inizio del campionato, per cui per questa stagione ho cercato di concentrarmi al massimo nel capire la moto così da poter essere competitivo da subito e crearmi una buona base di punti", ha dichiarato il proprio proposito di costanza. 

Incredibilmente il pilota Pramac ha svelato di non essere un motociclista convinto nella vita di tutti i giorni. "Possiedo una Panigale V4 e una StreetFighter, ma non amo andare in moto nella quotidianità. Se ho ho la patente? Qualcosa sì. Un paio d'anni credo di aver fatto la A1, su una Vespa, ma non è stato facile. Adesso invece vorrei conseguire la A2" , ha svelato, prima di tornare alla stagione attuale e in particolare al recente GP di Le Mans andato per lui alla perfezione. 

"Avere lottato con Pecco e Marquez e continuare a farlo battendoli dà valore alle mie prestazioni. Forse qualcuno aveva dei dubbi sul mio conto, ma vincere spesso mi rende forte, anche se non è facile confermarsi ogni volta. Detto ciò diventare campioni non deve essere considerato l'obiettivo bensì la conseguenza. Bisogna godersi il processo", ha filosofeggiato.

Dopo aver ammesso che a questo punto dell'annata avrebbe preferito possedere già una risposta in merito alla propria destinazione per il 2025 così da poter affrontare le prossime sfide con maggiore tranquillità, Martinator ha ribadito il desiderio di non lasciare il marchio italiano. "Essere promosso nella squadra ufficiale sarebbe come la quadratura del cerchio, ma questa decisione non dipende da me. Condividere il box con Marquez? Mi piacerebbe molto lavorare da vicino con il più grande della storia assieme a Rossi. Già battagliare con lui è speciale, però averlo come compagno sarebbe fantastico. Anche se per ora sto riuscendo a batterlo, non è mai una passeggiata", la chiosa con un complimento al connazionale.

 

Articoli che potrebbero interessarti