Tu sei qui

MotoGP, Brivio: "Ducati blocca il mercato piloti, tutti parlano e niente si muove"

Il team manager di Trackhouse: "in questo momento dobbiamo aspettare. Non dobbiamo necessariamente fare crescere giovani piloti per Aprilia, vogliamo risultati migliori"

MotoGP: Brivio:

Il mercato piloti è l’argomento preferito nel paddock e fra gli appassionati in questo momento. La curiosità è su chi - fra Martin, Marquez e Bastianini - andrà a occupare il posto vuoto accanto a Bagnaia nel team ufficiale Ducati. È la punta di un iceberg e quella scelta porterà a cascata a tutti gli altri movimenti. Lo sa bene Davide Brivio, vecchia volpe del motomondiale e guida del team Trackhouse. Anche lui sta aspettando per decidere i suoi piani per il futuro.

“Ci sono tante cose in ballo, ma tutto è bloccato fino a quando i team ufficiali non faranno la loro mossa, a partire da Ducati - la sua analisi a motogp.com - Quando accadrà, ci sarà qualche pilota deluso che forse cercherà un’altra squadra ufficiale e una volta che tutte quelle selle saranno occupate, ci saranno altri piloti delusi”, ha scherzato.

Il che significa che Brivio è in attesa per fare le sue mosse.

In questo momento dobbiamo aspettare - ha confermato - Dobbiamo anche capire cosa vogliano fare Oliveira e Fernandez. Tutti parlano con tutti, ma per ora non si muove niente”.

Trackhouse è un team appena nato, ma per Aprilia è molto importante, il posto dove fare crescere i giovani talenti, ma non solo. Ultimamente, infatti, si vocifera un interesse verso Mir e Rins, i due piloti che Davide aveva portato in Suzuki.

Abbiamo le nostre ambizioni, quelle di lottare per le migliori posizioni possibili, quindi non dobbiamo necessariamente fare crescere giovani piloti per Aprilia - ha sottolineato Brivio - È sempre emozionante quando trovi un grade talento, ma vogliamo continuare a cercare di fare risultati sempre migliori”.

Articoli che potrebbero interessarti