Tu sei qui

MotoGP, Dall’Igna: “Martin superbo a Le Mans, Marquez conferma i suoi passi da gigante”

“Jorge si è imposto nel GP con la giusta aggressività e senso agonistico, mentre Marc ha raggiunto un 2° posto che vale una vittoria. Pecco ha dato tutto ed Enea, senza penalità, avrebbe lottato per il vertice”

MotoGP: Dall’Igna: “Martin superbo a Le Mans, Marquez conferma i suoi passi da gigante”

La Ducati ha vissuto un’altra domenica trionfale a Le Mans, portando a cinque i suoi successi consecutivi sullo storico tracciato situato nella nella regione della Sarthe. Una statistica resa ancora più dolce dal fatto che la Casa di Borgo Panigale è riuscita a monopolizzare le prime quattro posizioni del GP di Francia con Jorge Martin, Marc Marquez, Francesco Bagnaia ed Enea Bastianini, quegli stessi alfieri che campeggiano ora in vetta alla classifica del Mondiale. Un momento magico per il costruttore bolognese, salutato con grande entusiasmo dal Direttore Generale di Ducati Corse, Gigi Dall’Igna, nella sua consueta analisi di tappa.

L’analisi di Gigi Dall’Igna

“Quattro Ducati nelle altrettante prime posizioni, 6 nelle prime 7. Una gara spettacolare in una giornata esemplare per le nostre squadre. I numeri dicono questo ma ancor più convincente è quanto si è visto in pista tra sabato e domenica, a conferma del gran lavoro che tutti i nostri team stanno facendo con moto e piloti” sottolinea l’ingegnere veneto, prima di esaminare più nel dettaglio le performance del suo quartetto d’attacco.

Un superbo Martin ha doppiato la Sprint Race vincendo un GP al cardiopalma, in una sfida entusiasmate decisa in volata dopo una lotta serrata fino all’ultima curva. Come sempre veloce e caparbio, ha saputo cogliere il momento per andare in testa e restarci, imponendosi con la giusta aggressività ma anche perfetto senso agonistico - osserva Dall’Igna - Marquez ha confermato i brillanti progressi che sta facendo, i suoi passi da gigante, quale è, portando la sua Ducati dalla casella 13 di partenza alla seconda posizione che vale come una vittoria. È oramai costantemente davanti a duellare per il podio e bissa, con una gara eccellente, il secondo posto di sabato dopo le deludenti qualifiche”.

Solida anche la prestazione dei due alfieri del team ufficiale Ducati: Pecco dopo un’ottima partenza, quelle che lui sa fare, è stato protagonista di una corsa tirata e di grande carattere, ha dato tutto attaccando e difendendosi con la generosità del campione, subendo solo alla fine il ritorno di Martin prima e Marquez poi. Un risultato apparentemente interlocutorio, in realtà, nell’economia di un campionato lungo e impegnativo per tutti, queste sono gare non facili che bisogna saper condurre a podio - rimarca il 57enne - Il quarto posto di Enea è un risultato importante tenendo conto della penalità che ha dovuto scontare, senza la quale a parer mio avrebbe potuto lottare per il vertice, e lo avrebbe meritato visto anche il giro veloce della corsa fatto segnare nelle ultime tornate”.

Con dei piloti così in forma, non sarà semplice per la Casa di Borgo Panigale riuscire a decidere la prossima formazione del team Lenovo Ducati, ma prima di pensare al futuro Dall’Igna vuole godersi il presente e celebrare il poker d’assi che ha infiammato il circuito Bugatti: “Oggi mi godo le nostre moto e le nostre squadre, i nostri piloti ed i nostri meccanici, i nostri colori ed i nostri meravigliosi tifosi! - ha concluso - A tutti un Grazie di Cuore. Rosso Ducati!”.

Articoli che potrebbero interessarti