Tu sei qui

MotoGP, Nakagami: "Il prototipo Honda? Sono deluso, ha gli stessi problemi"

Dopo Mir e Zarco, anche Takaaki boccia la nuova moto vista a Jerez. "Mi sono bastate due uscite per capire che non cambia molto. È positivo che HRC abbia fatto una nuova moto in due mesi"

MotoGP: Nakagami:

Spesso la prima impressione conta e quella offerta dal nuovo prototipo Honda non è stata certamente positiva per i piloti. Joan Mir e Luca Marini l’avevano provato nei test privati di Barcellona, scartandolo immediatamente. Stefan Bradl lo ha invece portato in gara a Jerez, per poi affidarlo nei test di lunedì a Zarco e Nakagami. Anche i due piloti del team LCR sono stati allineati nei loro commenti ai colleghi della squadra ufficiale. “Non c’è niente di positivo” ha descritto Johann quella moto.

Anche Takaaki la pensa allo stesso modo: “ho fatto due uscite con quella moto, quindi fra i 25 e i 30 giri, e sono state abbastanza perché, onestamente, non cambiano molto né le prestazioni né le sensazioni su quella moto. Ha più o meni gli stessi problemi che abbiamo sulla moto standard” la sua conclusione.

Nessuno mette in dubbio gli sforzi che stanno facendo gli ingegneri di HRC, ma le strade che stanno prendendo sembrano portare da nessuna parte. 

Sono un po’ deluso, tutti si aspettavano che questo prototipo avesse del potenziale, invece non cambia molto - ha continuato Nakagami - La cosa positiva è che avevamo già una nuova moto dopo Jerez, in passato non era mai successo, dovevamo aspettare i test di Misano. In una paio di mesi Honda ha provato tante cose diverse e ci ha dato anche una nuova moto, quindi dobbiamo continuare a spingere”.

E a sperare che il prossimo prototipo sia migliore.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy