Tu sei qui

MotoGP, Clamoroso: i Commissari di pista sapevano della pericolosità della curva 5

VIDEO L'ex pilota Fabio Barchitta: "conversando con i commissari di pista, ho scoperto che l'acqua accumulata su una collinetta adiacente risaliva attraverso il terreno sull'asfalto, creando condizioni imprevedibili per i piloti, che sono stati sorpresi da un tratto di pista diverso ad ogni giro"

MotoGP: Clamoroso: i Commissari di pista sapevano della pericolosità della curva 5

I Commissari di pista sapevano della pericolosità della pista alla curva 5. Ne conoscevano il motivo, ed hanno anche provato ad asciugarla usando i soffiatori che i giardinieri usano per spazzare le foglie dai viali. Ciononostante alla partenza della gara della MotoGP, l'indicazione della pericolosità di quel punto è stata rimossa per consentire la partenza della gara.

A scoprirlo è stato l'ex pilota Fabio Barchitta, che si trovava ad osservare quel punto, in pista. Ha visto lavorare i Commissari e poi ha parlato con loro. Questo è il suo racconto su Facebook.

"Durante la gara sprint di MotoGP di oggi, ho avuto l'opportunità di trovarmi nella service road della curva 5, un punto critico dell'evento. Ho osservato diverse cadute di piloti, causate da alcune chiazze di bagnato sorprendentemente insidiose. Nonostante la direzione gara avesse inizialmente esposto un avviso per pista scivolosa, questo è stato rimosso dopo i primi giri, non presumendo la risoluzione del problema, ma per dare la possibilità ai commissari di esporla nuovamente in caso di un nuovo e diverso problema. Tuttavia, conversando con i commissari di pista, ho scoperto che l'acqua accumulata su una collinetta adiacente risaliva attraverso il terreno sull'asfalto, creando condizioni imprevedibili per i piloti, che sono stati sorpresi da un tratto di pista diverso ad ogni giro.

Questa anomalia non era prevedibile durante la verifica pre-gara, e il tentativo dei commissari di asciugare l'asfalto a fine gara ha sollevato molta acqua, indicando che il problema persisteva. Ritengo che un rinvio della gara di mezz'ora non avrebbe risolto la situazione, ma avrebbe piuttosto creato complicazioni per gli slot televisivi. Un fenomeno davvero insolito e sfortunato, che ha messo a dura prova i piloti e l'organizzazione".

QUI IL VIDEO.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy