Tu sei qui

SBK, Clamoroso a Barcellona: Toprak e la BMW vincono Gara 1! 2° Bulega, 3° Bautista

Il campione turco riporta la Casa di Monaco al trionfo dopo una lunga attesa, beffando Nicolò all'ultimo giro. Quarto Iannone seguito da Locatelli, Alex Lowes, Petrucci e Aegerter, 10° Bassani, ritirato Rea

SBK: Clamoroso a Barcellona: Toprak e la BMW vincono Gara 1! 2° Bulega, 3° Bautista

Nei 20 giri di Gara 1, Toprak Razgatlioglu ha spazzato via ogni dubbio sulla gestione delle gomme da parte della BMW M 1000 RR portando al successo la Casa di Monaco, che non assaportava la gioia della vittoria dall'affermazione siglata da Michael van der Mark in Portogallo nel 2021. Una vittoria frutto della perfetta strategia adottata dal pilota turco, rimasto nelle posizioni di vertice per tutta la gara, per poi sferrare l'attacco decisivo a Nicolò Bulega nell'ultima tornata, strappando così al pilota di Montecchio Emilia un successo che sembrava ampiamente nelle sue mani sino a un paio di giri prima.

Salito in vetta dopo la caduta di Sam Lowes nel quarto passaggio, il rookie del team Aruba.it Racing - Ducati ha infatti impresso il suo ritmo alla corsa costruendo un margine di 4" che è però andato assottigliandosi negli ultimi passaggi, per via dell'alto degrado delle gomme, che gli ha impedito di difendersi dal ritorno di Razgatlioglu. La Ducati ha comunque di che festeggiare, anche grazie al terzo posto conquistato da un ritrovato Alvaro Bautista, costretto a risalire dalla 14ª casella dello schieramento da una penalità di 3 posizioni ricevuta poco prima del via.

Gran prova anche per Andrea Iannone giunto al traguardo in quarta piazza, precedendo Andrea Locatelli, primo dei piloti Yamaha, Alex Lowes e Danilo Petrucci. Ottavo posto per Dominique Aegerter, seguito dalla BMW di un Michael van der Mark crollato nel finale e dalla Kawasaki di Axel Bassani, che chiude la Top 10 davanti a Michael Ruben Rinaldi. Giornata da dimenticare per Jonathan Rea, costretto al ritiro dopo nemmeno un giro di gara.

La classifica di Gara 1

Gli aggiornamenti giro dopo giro

Bandiera a scacchi! Razgatlioglu porta alla vittoria la BMW battendo Bulega all'ultimo giro. Bautista completa il podio, con una grande rimonta dalla quinta fila. Quarto piosto per Iannone, seguito da Locatelli, Alex Lowes e Petrucci.

Giro 19 - Bulega è in crisi: Razgatlioglu si fa sotto e attacca il pilota Ducati prendendosi la prima posizione.

Giro 18 - Scende a 1"5 il gap tra Bulega e Razgatlioglu, mentre Locatelli si prende il quinto posto superando Petrucci.

Giro 17 - Continua a scendere il vantaggio di Bulega: non è ancora detta l'ultima per Toprak.

Giro 16 - Bautista sferra l'attacco su Iannone, ma Andrea si difende. Alvaro ci riprova in Curva 14 e finalizza il sorpasso che gli consegna il gradino più basso del podio. Nel frattempo, van der Mark perde un'altra posizione a vantaggio di Alex Lowes, mentre il suo compagno di box Razgatlioglu continua a rosicchiare decimi a Bulega e si porta a meno di 2"5 da Bulega.

Giro 15 - Locatelli si prende la sesta piazza superando van der Mark, mentre Bautista si porta a tiro di Iannone. Ecco la situazione a quattro tornate dalla bandiera a scacchi:

Giro 14 - Bautista e Petrucci superano in tandem van der Mark e salgono al quarto e quinto posto. Bulega, intanto, continua a fare l'andatura al comando della corsa, gestendo 3"8 di vantaggio su Razgatlioglu.

Giro 13 - Bautista attacca Petrucci, sale quinto, e punta ora al quarto posto di van der Mark. Una gran rimonta quella dello spagnolo, scattato 14° per via di una penalità di tre posizioni ricevuta a 20 minuti dalla partenza.

Giro 12 - Petrucci mette nel mirino van der Mark, mentre Iannone perde terreno nei confronti di Razgatlioglu, saldo in seconda posizione.

Giro 11 - Mentre Bulega continua a fare la differenza in testa alla gara, si riapre la lotta per la quarta posizione, con Petrucci che ha ridotto a meno di 1" il suo ritardo da van der Mark, portandosi dietro Bautista, salito al 6° posto ai danni di Locatelli.

Giro 10 - Razgatlioglu attacca Iannone e si prende la piazza d'onore, mentre Petrucci scalza Locatelli dalla quinta posizione. Ecco la situazione a metà gara:

Giro 9 - Petrucci supera Alex Lowes e si mette all'inseguimento di Locatelli. Sale 7° Bautista, infilando a sua volta il pilota britannico.

Giro 8 - Si accende la bagarre per la quinta piazza, con Locatelli insidiato da un trenino formato da Alex Lowes, Petrucci e Bautista. Più staccati Gardner e Aegerter, che pagano 1" di ritardo da Alvaro.

Giro 7 - Bulega continua a incrementare il suo vantaggio su Iannone, mentre van der Mark si avvicina al suo compagno di squadra Razgatlioglu.

Giro 6 - Iannone infila Razgatlioglu in Curva 1 e si porta in seconda posizione, dietro al leader Bulega. Ottavo Bautista con un sorpasso ai danni di Gardner. Ora lo spagnolo ha davanti a sé Petrucci, 7° con la Ducati del team Barni.

Giro 5 - Con la scivolata di Lowes è Bulega a comandare le operazioni, seguito da Toprak, Iannone e van der Mark. Quinto Locatelli, mentre Bautista è 9° e recupera su Gardner.

Giro 4 - Scatenato Bulega, che si prende la seconda piazza infilando prima Iannone e poi Razgatlioglu. Colpo di scena! Finisce a terra Sam Lowes, mentre si trovava al comando della gara con 1" di vantaggio su Bulega.

Giro 3 - Sam prende margine, mettendo mezzo secondo tra sé e un Toprak che sembra già essere in dificoltà con le gomme. Aggressivo Bulega, ma a Nicolò non riesce l'attacco su Iannone.

Giro 2 - Sam Lowes rompe gli indugi, attacca Razgatlioglu e sale al comando della corsa.

Giro 1 - Mentre Sam Lowes insidia Razgatlioglu al comando della corsa, rientra ai box Rea, probabilmente rallentato da un problema tecnico. Un inizio davvero catastrofico per Johnny, fuori dai punti anche a Phillip Island.

Partiti! Ottimo spunto di razgatlioglu, che si porta subito al comando davanti a Iannone, Sam Lowes e Andrea Locatelli. Più in difficoltà Bulega, 6° alle spalle di Alex Lowes. Lungo di Rea in Curva 1, il Cannibale è 23°.

13:59 - Parte il giroo di Warm Up. Siamo vicini alla partenza. Ecco le scelte per quanto riguarda le gomme:

13:54 - In salita anche la gara di Rea, 13° in qualifica ma promosso di una posizione per la penalità di Alvaro.

13:52 - Qualifica deludente, invece, per il due volte campione della SBK Alvaro Bautista, che non è riuscito ad andare più in là dell'11° posto e dovrà partire 14°, dopo essere stato retrocesso di tre posizioni per aver guidato troppo lento al rientro al box.

13:50 - Chiude la prima fila Andrea Iannone, pronto per dare battaglia al turco partendo dalla 3ª casella.

13:49 - Al fianco del pilota turco troviamo Nicolò Bulega, determinato a tornare sul podio dopo la vittoria di Gara 1 a Phillip Island.

13:48 - Benvenuti alla nostra diretta di Gara 1. Quando mancano ormai poco più di 10 minuti al via al Montmeló è pronta la griglia di partenza, che vedrà scattare davanti a tutti Toprak Razgatlioglu, alla prima pole con BMW. Velocissimo sul giro secco, il pilota turco andrà verificato sulla tenuta delle gomme, nodo cruciale sulla pista catalana.

Scatta alle ore 14 la prima gara del fine settimana del Mondiale Superbike a Barcellona. Una Gara 1 che promette di regalare un’accesa battaglia, con Toprak Razgatlioglu pronto a partire dalla pole position, accompagnato in prima fila dalle Ducati di Nicolò Bulega e Andrea Iannone. 

Alle loro spalle prenderanno il via Michael van der Mark, Sam Lowes e Dominique Aegerter, seguiti dalla Kawasaki del leader della classifica iridata Alex Lowes e dalle Yamaha R1 di Remy Gardner e Andrea Locatelli. Decima casella sullo schieramento per Danilo Petrucci, che avrà accanto a sé il due volte campione Alvaro Bautista e Scott Redding. Tutta in salita la gara di Jonathan Reae Axel Bassani, chiamati a risalire dalla 13ª e dalla 15ª casella dello schieramento.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy