Tu sei qui

SBK, Bautista sorride: “Ora sento di essere tornato”

“Ero fiducioso dopo le gara in Australia e anche oggi mi sono trovato bene in sella”, Bulega: “Ho avuto un buon feeling con la moto nel time attack e sono stato veloce anche sul passo”

SBK: Bautista sorride: “Ora sento di essere tornato”

Sorride Alvaro Bautista al termine della prima delle due giornate di test del Mondiale Superbike sul tracciato del Montmeló, che tra una settimana ospiterà il secondo Round del campionato. Pur avendo chiuso il giovedì in terza posizione, a 7 decimi dal riferimento siglato dal suo compagno di squadra, Nicolò Bulega, il due volte iridato ha avuto conferma delle buone sensazioni già provate nell’ultima gara del fine settimana in Australia, in cui ha lottato per la vittoria fino all’ultimo giro.

“Sono contento perché sento di essere tornato. Ero abbastanza fiducioso dopo la gara in Australia, oggi ho cominciato la giornata in maniera abbastanza cauta, ma poi mi sono trovato bene in sella e adesso posso dire di non aver nessun problema nel guidare la moto e ne sono davvero felice”, ha affermato il 39enne a fine giornata.

Lasciatosi finalmente alle spalle i problemi fisici che lo hanno condizionato per tutto l’inverno, Alvaro si è potuto concentrare sulle sensazioni in sella alla sua Panigale V4R 

“Abbiamo lavorato sulla moto, che è sostanzialmente quella dello scorso anno ma con un po’ più peso, però non abbiamo apportato molti cambiamenti, perché l’importante per me adesso è avere il giusto feeling. Oggi mi sono concentrato proprio su questo aspetto, sul cercare di abituarmi al peso della moto e sul provare a vedere in quali parti del tracciato devo spingere di più o di meno” ha concluso il pilota spagnolo, che domani tornerà in sella per continuare la preparazione in vista del prossimo appuntamento in Catalunya.

Bulega: “Mi piace stare in prima posizione, mi ha dato fiducia”

Dall’altro lato del box del team Aruba.it Racing - Ducati, anche Nicolò Bulega non può che dirsi soddisfatto per la prestazione ottenuta in questa prima giornata di test a Barcellona. Non solo il nativo di Montecchio Emilia si è preso la prima posizione nella classifica dei tempi, ma lo ha fatto fermandosi a un passo dal record del tracciato del Montmeló e infliggendo distacchi importanti ai suoi avversari.

“Non so se mi ci sono abituato, ma mi piace stare in prima posizione - ha commentato Nicolò - Non è una brutta sensazione quella che si prova stando al primo posto e so che si tratta soltanto di un test, ma mi ha dato molta fiducia essere davanti a tutti. Anche se credo sarebbe stata la stessa cosa anche se fossi stato secondo, se fossi stato veloce”.

Ottime referenze con cui avvicinarsi al secondo appuntamento della stagione, soprattutto perché il campione in carica della Supersport si è trovato a suo agio con la sua Panigale V4R in ogni condizione e con ogni tipo di pneumatico.

“Ho usato la SCQ nel finale, come hanno fatto anche Alvaro, Toprak e un sacco dei piloti davanti, quindi sì credo che questi tempo significhi qualcosa. Ho provato anche la nuova gomma anteriore, la 900 e mi è piaciuta. Penso possa essere una buona scelta per la gara. Mi sono trovato bene con tutti gli pneumatici che ho provato e per me è stata davvero una buonissima prima giornata di test qui a Barcellona - ha ammesso Bulegas - Ho avuto un buon feeling con la moto nel time attack e sono stato veloce anche sul passo, che è l’aspetto che mi è piaciuto di più. Sono contento di essere veloce anche qui, perché abbiamo trovato delle condizioni opposte da quelle che c’erano in Australia, dove il grip era molto elevato. Sono stato veloce in entrambe le condizioni e questo per me è molto importante”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy