Tu sei qui

Aldeguer in MotoGP nel 2025 con Ducati e Pramac. Martin e Morbidelli a un bivio

Come già fatto con Bagnaia, a Borgo Panigale hanno scommesso su Fermin prima dell'inizio della stagione. Un posto nel team toscano è già preso, chi andrà via?

MotoGP: Aldeguer in MotoGP nel 2025 con Ducati e Pramac. Martin e Morbidelli a un bivio

Il mancato passaggio in MotoGP nel 2024 è stato un boccone difficile da digerire per Fermin Aldeguer, dopo l’irresistibile finale di stagione di cui è stato protagonista lo scorso anno in Moto2. Chiuso il 2023 al terzo posto della classifica di campionato, con un filotto di due podi e quattro vittorie consecutive negli ultimi sei Gran Premi stagionali, il 18enne murciano aveva attirato su di sé le attenzioni del paddock della classe regina, dei team VR46 e HRC in particolare, pregustando già il sapore del salto di categoria. Uno scenario andato però in fumo a causa della penale da pagare per liberare Fermin dal contratto con il team SpeedUp, che lo ha tenuto legato alla squadra di Luca Boscoscuro anche per questa stagione della classe intermedia.

Stando a quanto appreso dai nostri colleghi di Motorsport.com, tuttavia, il giovane spagnolo si è recato a Bologna a metà gennaio, per discutere del suo futuro con il direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall’Igna, in un incontro che ha portato alla decisione di inserirlo tra le fila del team Pramac Racing, nel 2025. L’interesse della squadra di Paolo Campinoti verso l’attuale alfiere del team SpeedUp del resto era già emersa sul finire dello scorso campionato, quando la compagine diretta da Gino Borsoi aveva presentato un’offerta al suo manager Hector Faubel, per debuttare in MotoGP con una DesmosediciGP ufficiale dopo aver completato un altro anno in Moto2

Un’operazione che sembra essere andata perfettamente in porto e che ricalca fedelmente la manovra compiuta dalla Ducati nel 2018 con Francesco Bagnaia. Il piemontese era stato infatti messo sotto contratto dalla Casa di Borgo Panigale poco prima di cominciare il suo ultimo anno in Moto2, per poi esordire l’anno seguente nella classe regina proprio con i colori del team Pramac. Secondo quanto risulta a GPOne, il contratto firmato da Alddeguer dovrebbe essere di 3 anni.

La Ducati, quindi, torna a puntare sui giovani, se Martin e Morbidelli possono essere definiti 'vecchi', rimanendo in casa Pramac. Di certo, uno dei due (se non entrambi) è destinato a lasciare la squadra di Paolo Campinoti a fine anno. Per Jorge sembra quasi un obbligo: o lo spagnolo troverà posto nella squadra ufficiale con Bagnaia, o è difficile pensare che rimarrà in un team privato e quindi cercherà un'altra moto per avere quel trattamento Factory che vuole. Per Franco la situazione è diversa: in Ducati sta iniziando un nuovo capitolo della sua carriera e potrebbe continuare con Pramac. I risultati, però, dovranno parlare per lui e Morbidelli non ha iniziato l'anno nel migliore dei modi, costretto a saltare tutti i test invernali. Per rimanere in Pramac, dovrà prendere velocemente condidenza con una Desmosedici per lui ancora sconosciuta.


Articoli che potrebbero interessarti