Tu sei qui

SBK, LIVE TGPOne, Barbier: ecco perché le gomme sono arrivate in ritardo

Parla il responsabile Pirelli: "Purtroppo il blocco del Canale di Suez ha condizionato la spedizione, perché le gomme sarebbero dovute arrivare il 12 febbraio. Nelle notte tutti gli pneumatici saranno in circuito"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Il tema gomme ha tenuto sotto scacco il Mondiale Superbike in vista di questi giorni. In merito a quanto accaduto ne abbiamo parlato con Giorgio Barbier, responsabile dell’attiva in pista Superbike per Pirelli. Per l’occasione Barbier ci ha voluto illustrare quanto accaduto nell’ultima settimana, spiegandoci i motivi legati al ritardo nella consegna gomme.

Sta di fatto che un primo container è arrivato e nella notte arriveranno poi gli altri due. Ai meccanici Pirelli toccherà quindi fare un grande sforzo nelle prossime ore per consentire a squadre e piloti di essere pronti per l’inizio dei test, fissato martedì mattina alle ore 9:10: "Solitamente per l'Australia si parte con la spedizione attraverso la nave cargo a novembre - ha detto - quest'anno invece, con la questione legata al blocco del Canale di Suez, i container si sono un po' perse nel mare. I tre container che aspettavamo sarebbero dovuti arrivare il 12 febbraio, invece solo oggi sono giunti a Melbourne".

Tutto il materiale sarà presto comunque in circuito: "Nel tardo pomeriggio arriverà il primo container mentre nella notte gli ultimi due - ha aggiunto - i nostri tecnico si metteranno quindi subito al lavoro per consentire ai temi di essere pronti. Ci toccherà essere in piedi presto, servirà un grande sforzo, ma saremo pronti".

 


Articoli che potrebbero interessarti