Tu sei qui

MotoGP, I TEMPI ALLE 16.15 - Al via il 2024 con lo Shakedown sul circuito di Sepang

AGGIORNAMENTO - I collaudatori e il debuttante Pedro Acosta hanno iniziato le danze in Malesia. Il più veloce è Dani Pedrosa davanti a Pedro Acosta

MotoGP: I TEMPI ALLE 16.15 - Al via il 2024 con lo Shakedown sul circuito di Sepang

ORE 16.55 - Pedro Acosta ha migliorato sensibilmente il suo tempo: ha girato in 1.59.385 a 0.152 da dani Pedrosa che attualmente ha il miglior tempo.

ORE 16.44 - Lo dicono tutti i manuali di guerra: controllare una posizione elevata è fondamentale, perché si tiene sotto controllo i movimenti del 'nemico'. In questo caso possiamo farvi vedere uno degli ufficiali di KTM, Alberto Giribuola, il cui box si trova all'estremità opposta della pitlane, in avanscoperta nel bunker di Aprilia. Giribì, dopo aver visto le immagini del codone pubblicate su GPone, ha affrontato sotto il feroce sole malesiano la lunga passeggiata per fermarsi e scattare qualche foto con il telefonino. Avvistato, ha abbassato l'arma e scambiata qualche battuta, prima di allontanarsi ha abbozzato un mezzo sorriso. Nessuno è rimasto ferito nel primo contatto.

AGGIORNAMENTO ALLE 16.15 -  A meno di due ore dalla fine della prima giornata di Shakedown a Sepang, Dani Pedrosa rimane saldo al comando della classifica con il tempo di 1'59"233. Pol Espargarò paga meno di 2 decimi dal compagno di marca, mentre Pedro Acosta è a poco più di 8 decimi. Cal Crutchlow insegue a distanza con la Yamaha, davani a Bradl, Pirro e Savadori.

AGGIORNAMENTO ALLE 13 - Dani Pedrosa ha ritoccato il suo crono scendendo fino al 1'59"233, alle sue spalle c'è sempre Pol Espargarò, anche lui sotto il muro dei 2 minuti (1'59"415). Pedro Acosta continua il suo apprendimento sulla MotoGP e si piazza al 3° posto, davanti a Crutchlow, Bradl, Pirro e Savadori.

Il circuito di Sepang ha accolto con una magnifica giornata di sole i collaudatori e i piloti impegnati nel primo dei 3 giorni di Shakedown. In questo pre-test (i piloti ufficiali scenderanno in pista dal 6 all’8 febbraio) il lavoro da fare sarà tanto e non solo per preparare il campo all’arrivo dei titolari. Con l’introduzione delle concessioni, infatti, anche Honda e Yamaha potranno sfruttare questi giorni scendendo in pista con i propri piloti. Inoltre, anche a Pedro Acosta, in quanto debuttante in MotoGP, sarà consentito girare.

L’azione in pista è iniziata questa mattina, con i tester impegnati a ‘fare il rodaggio’ delle nuove moto e a sgrossare le novità. Per KTM ci sono sia Dani Pedrosa sia Pol Espargarò, alla sua prima uscita da collaudatore dopo avere concluso la sua carriera da pilota. Ducati, come sempre, si affida a Michele Pirro, mentre Aprilia ha Lorenzo Savadori, che si sta alternando sulle 4 moto che poi useranno Aleix Espargarò e Maverick Vinales. Per Honda c’è Stefan Bradl, mentre Yamaha ha Cal Crutchlow.

Pedro Acosta sfroggia a Sepang la nuova livrea 2024 di GasGas

Per il momento, non sono ancora scesi in pista Quartararo e Rins per Yamaha e Marini e Mir per Honda, che hanno la possibilità di provare nello Shakedown. 

Per quanto riguarda i primi riferimenti, c'è Dani Pedrosa davanti a tutti. Lo spagnolo della KTM è stato l'unico a scendere sotto i 2 minuti con il tempo di 1'59"542, 7 decimi abbondanti meglio di Pol Espargarò. Poi Crutchlow, Acosta, Bradl, Pirro e Savadori, con tempi ancora alti.

I TEMPI ALLE 12

 


Articoli che potrebbero interessarti