Tu sei qui

Alpinestars Supertech R10: l'integrale strada/pista che mancava

Il nuovo Supertech R10 di Alpinestars è il frutto di 10 anni di ricerche. Finalmente è pronto per essere indossato dai possessori di supersportive e superbike

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Finalmente, dopo oltre 10 anni di sviluppo e test, arriva il nuovo casco integrale Alpinestars Supertech R10, un prodotto dedicato ai piloti di tutto il mondo. Guarda soprattutto all'utilizzo in pista, ma non disdegna quello in strada, per i possessori di naked e supersportive. Già dal design questo casco vuole garantire il massimo livello di prestazioni. Tutto è studiato nel dettaglio, dalla protezione all'altissimo livello di sicurezza. Comfort, ottima ventilazione e stabilità alle alte velocità, sono le qualità di questo nuovo R10, senza considerare la leggerezza assoluta. L'aerodinamica è stata ovviamente studiata nei minimi dettagli.

Omologazione ECE 22.06, DOT e FIM

Omologato secondo gli standard ECE 22.06, DOT e FIM, la costruzione della calotta del Supertech R10 utilizza una tecnologia di stampaggio altamente avanzata con una combinazione multi-composita che comprende uno strato esterno in carbonio 3K ad alta densità, uno strato in carbonio composito unidirezionale, uno strato in fibra aramidica e uno strato in fibra di vetro.
 
Lo strato esterno in carbonio ad alta densità 3K offre un'eccellente resistenza ed efficienza nella dissipazione dell'energia sulla calotta. Lo strato composito di carbonio unidirezionale (UD) fornisce una resistenza radiale significativamente maggiore intorno alla calotta, impedendo la compressione, ma consentendo una deflessione controllata per ridurre l'energia d'impatto trasmessa, mentre gli strati di fibra aramidica e di fibra di vetro forniscono una protezione critica dalla penetrazione. 
Questa combinazione di materiali compositi stratificati, creata incollando tutto insieme con una resina epossidica avanzata già applicata sulla fibra pre-impregnata, controlla perfettamente la proporzione ideale di resina rispetto alla fibra per massimizzare la resistenza, le prestazioni meccaniche e la leggerezza. La combinazione di strati di materiale garantisce una migliore gestione dell'energia e una limitata deflessione della calotta esterna, rendendo la diffusione dell'energia più ampia e meglio assorbita dal rivestimento in EPS. L'esclusiva costruzione della calotta dell'S-R10 garantisce una protezione dagli impatti estremamente efficace. Grazie a una struttura completamente attrezzata per i test sui caschi all'interno del centro di ricerca e sviluppo all'avanguardia di Alpinestars, l'azienda ha condotto un programma esaustivo di ricerca sugli impatti, in cui gli sforzi di ricerca e sviluppo hanno dimostrato che il casco S-R10 garanstice prestazioni di impatto lineare e obliquo che superano di gran lunga gli attuali limiti della normativa ECE 22.06. Per quanto riguarda gli impatti lineari diretti, ovvero gli impatti con un angolo di 90 gradi tra il casco e l'oggetto, l'S-R10 supera lo standard con una media del 37%. Per quanto riguarda l'accelerazione rotazionale e gli impatti obliqui, in cui l'energia d'impatto proviene da un angolo diverso da quello lineare di 90 gradi o dall'impatto rettilineo ad angolo retto, l'S-R10 supera lo standard del 65%.

Interno a densità differenziata

Il casco S-R10 ha quattro calotte interne, come la calotta esterna, ed è disponibile in quattro misure anatomiche. La costruzione dell'S-R10 è ottimizzata per garantire ai motociclisti una calzata corretta, che non solo migliora il comfort e riduce il peso complessivo, ma soprattutto migliora l'efficacia del casco in caso di impatto. Sotto la calotta esterna del casco si trova una fodera in EPS multi-densità di otto pezzi, con sei densità specifiche posizionate strategicamente in zone diverse per garantire un eccellente assorbimento dell'energia delle forze d'impatto dissipate sulla calotta esterna, nonché una calzata aderente e confortevole. La fodera in EPS, proprio come la calotta esterna, ha una dimensione unica per ogni taglia di casco, che ne personalizza ulteriormente le prestazioni e la vestibilità in termini di protezione e comfort.

La superficie interna in EPS è liscia e crea un'area ottimizzata a basso attrito, per una gestione superiore degli impatti obliqui. Quando si tratta di altri tipi di test, i caschi migliori sono quelli che offrono protezione contro le forze d'impatto rotazionali, oblique e lineari. Per aiutare a combattere e mitigare le forze d'impatto rotazionali, oblique e lineari, Alpinestars ha progettato una superficie a basso attrito sulla superficie interna della fodera in EPS. La superficie interna è lucidata per essere incredibilmente liscia e poi rivestita in modo speciale per ridurre ulteriormente l'attrito, consentendo alla fodera comfort di muoversi contro l'EPS. Il risultato è una maggiore gestione della forza rotazionale, obliqua e lineare, che consente alla testa del motociclista di muoversi in modo indipendente all'interno del casco o viceversa, riducendo in modo significativo la quantità di forza trasmessa alla testa, al collo, al cervello e alla colonna vertebrale da un impatto obliquo, riducendo al contempo la possibilità di una commozione cerebrale. Riassumendo, la protezione specifica dagli impatti rotazionali è garantita dalla combinazione della forma interna e del rivestimento specifico della fodera in EPS, insieme alla superficie appositamente sviluppata della fodera comfort. Questa tecnologia brevettata riduce l'accelerazione rotazionale trasmessa alla testa del pilota.

Sistema di calzata A-Head e vestibilità personalizzata

La personalizzazione e la vestibilità personalizzata e su misura dell'S-R10 sono completate dal sistema di calzata A-Head, unico e brevettato. Il sistema A-Head consente di regolare il casco esattamente in base alle preferenze del pilota, grazie alla possibilità di regolare sia l'altezza che l'angolo di appoggio del casco sulla testa. L'EPS è dotato del sistema A-Head Fitment System che consente una configurazione ultra-specifica che può essere adattata alla profondità della testa del pilota nel casco, nonché all'inclinazione in avanti o all'indietro del casco. Per offrire ai motociclisti la possibilità di personalizzare ulteriormente la calzata dell'SR10 per adattarsi meglio a un'ampia varietà di forme e dimensioni della testa, Alpinestars offre una serie di pezzi di ricambio in un'ampia gamma di misure che danno ai motociclisti la possibilità di cambiare e scambiare i guanciali, il cuscinetto della corona e il cuscinetto superiore con una selezione di opzioni sia più sottili che più spesse, per personalizzare veramente il comfort del casco per una calzata perfetta. Con le varie opzioni di fodera interna di comfort dell'S-R10, oltre all'esclusivo e brevettato A-Head Fitment System, esistono praticamente innumerevoli configurazioni di calzata interna per soddisfare le esigenze di vestibilità e prestazioni di tutti i motociclisti.

Aerodinamica al top!

Riducendo al minimo la resistenza aerodinamica e garantendo una stabilità aerodinamica ottimale, una gestione dell'aria all'esterno e all'interno del casco e una vestibilità comoda e personalizzabile, il casco S-R10 assicura un'esperienza complessiva di gara e di guida sportiva adatta ai campioni. L'S-R10 è stato sviluppato nella galleria del vento in scala reale fin dall'inizio del suo sviluppo. Gli obiettivi aerodinamici relativi al coefficiente di resistenza aerodinamica in diverse posizioni della testa e alla stabilità a diverse angolazioni sono stati un obiettivo primario nello sviluppo della forma del casco, prima ampiamente sviluppata con la fluidodinamica computazionale (CFD), poi convalidata nella galleria del vento in scala reale e infine in pista. Il risultato è un casco che raggiunge il più basso livello di resistenza aerodinamica e il più alto livello di stabilità aerodinamica ad alta velocità rispetto a qualsiasi altro casco da gara che sia stato testato nella galleria del vento. Questo ha fatto sì che l'S-R10 sia già il casco scelto dai team della MotoGP per le sue prestazioni aerodinamiche di alto livello. Anche i motociclisti su strada ne trarranno probabilmente beneficio, grazie alla riduzione dello sforzo sul collo ad alta velocità e ai bassi livelli di rumore del vento. Gli spoiler aerodinamici del casco S-R10 sono dotati di un sistema di sgancio brevettato da Alpinestars, con giunti elastici che aiutano lo spoiler a staccarsi dalla calotta del casco in caso di impatto significativo, indipendentemente dall'angolo, per ridurre l'energia di rotazione potenziale.
Il casco è dotato anche di alette laterali per supportare ulteriormente la stabilità dell'S-R10 e migliorare la resistenza aerodinamica. Inoltre, la visiera del casco è dotata di turbolatori per migliorare le prestazioni aeroacustiche. Di conseguenza, rispetto alle prestazioni aerodinamiche del casco dotato di spoiler stradale standard, l'S-R10 è già il casco aerodinamico più performante testato, e con la configurazione dello spoiler da gara e delle alette aerodinamiche insieme, il team Alpinestars Helmet Development ha ottenuto una riduzione della resistenza aerodinamica del casco di un ulteriore 4,54%.

11 punti di ventilazione

Per quanto riguarda la ventilazione e la traspirazione, ci sono 11 porte di ventilazione, senza contare l'occhiello, con 7 prese d'aria, e 4 uscite, con 2 porte laterali sulla mentoniera e 2 sulla parte superiore posteriore del casco. Queste porte di ventilazione si integrano direttamente con la calotta del casco grazie a una serie di condotti d'aria attraverso la fodera interna in EPS. Con l'S-R10, il flusso d'aria entra attraverso le porte e circola attivamente sopra e intorno alla testa del pilota attraverso una serie di canali, per poi uscire dalla parte posteriore del casco. Il Top Vent è dotato di un ampio cursore centrale che incanala l'aria verso la parte superiore della testa per un maggiore comfort; quando è aperto, presenta delle prese d'aria per l'estrazione dell'aria calda dalla fronte del pilota. Sotto lo spoiler posteriore sono presenti due bocchette di estrazione per un efficace scarico dell'aria calda. Le prese d'aria sul mento sono formate da due aperture situate nella parte anteriore del casco, ai lati del meccanismo di blocco dello scudo, dove ogni aletta ha una linguetta nell'angolo, che viene utilizzata per aprire o chiudere la presa d'aria. L'aria che entra da questo punto viene incanalata verso il lato interno degli schermi, creando un flusso d'aria laminato che previene efficacemente l'appannamento e la nebbia. Inoltre, le prese d'aria della mentoniera sono utilizzate per estrarre l'aria umida verso l'esterno del casco.

Il meccanismo della visiera è dotato di leve di bloccaggio in metallo per evitare il distacco indesiderato dello visiera stessa in caso di urti e/o cadute, bloccate in posizione chiusa da un gancio metallico anteriore. Il movimento è progettato per sigillare perfettamente la visiera contro il rivestimento in gomma della calotta. E' dotata di un'impressionante apertura oculare ribassata sui lati per migliorare la visione periferica, offrendo 220 gradi di visibilità laterale e 57 gradi di visibilità verticale e garantendo un campo visivo massimizzato in posizione di guida e un grande comfort per il pilota. Inoltre, la visiera stessa può essere facilmente sostituita o rimossa grazie al sistema di sgancio rapido sicuro e senza utensili. L'S-R10 è dotato di uno schermo di classe ottica 1 omologato ECE 22.06, con uno spessore di 3 mm e un trattamento antigraffio e antiappannamento. Lo schermo è dotato di perni interni per alloggiare una lente Pinlock 120XLT - 100 % MaxVisionTM e di perni esterni per alloggiare lenti a strappo.

Interni premium

L'S-R10 è composto da otto parti interne: cuscinetto a corona, cuscinetto superiore, guanciali, mentoniera, mentoniera, padiglioni auricolari, deflettore del vento e deflettore del respiro. Il cuscinetto della corona e il cuscinetto del collo sono collegati elasticamente per una migliore gestione degli impatti obliqui e si interfacciano con la superficie liscia della fodera interna in EPS. La costruzione del paracorona si basa su quattro pannelli (anteriore, laterale e posteriore), per una vestibilità ottimizzata con il giusto spessore della schiuma. Il fondello superiore è rimovibile e regolabile in altezza tramite il sistema di montaggio A-Head. I guanciali sono dotati di schiuma 3D e tessuti di prima qualità che offrono comfort e traspirabilità. I guanciali sono dotati di un sistema di estrazione di emergenza ERS, che consente di rimuovere facilmente le imbottiture laterali delle guance da parte di personale medico qualificato, e sono inoltre dotati di un canale per l'installazione di un tubo di idratazione.
All'interno della scatola è disponibile una tendina per il mento, per proteggere ulteriormente il casco dall'ingresso di aria dal basso. I cuscinetti auricolari sono fissati sotto ciascun guanciale e contribuiscono a migliorare il comfort riducendo il rumore aerodinamico; sono rimovibili per consentire l'installazione di un sistema di comunicazione nel casco. I deflettori del vento e del respiro sono inclusi per migliorare rispettivamente il comportamento aerodinamico e il flusso d'aria umida. Un'altra caratteristica di protezione del design della calotta esterna è il profilo della mentoniera, la cui area di base è stata appositamente scolpita per creare una sezione in rilievo. Il profilo inferiore è rialzato per evitare il contatto con la clavicola e, invece della calotta in carbonio, l'S-R10 ha un rivestimento in EPP (polipropilene espanso) più morbido che si estende oltre la calotta stessa ed è ricoperto da una mescola di gomma più flessibile. Questo design della mentoniera riduce le possibilità di lesioni alla clavicola, una delle lesioni più comuni nel motociclismo. Infine, per quanto riguarda il peso, il casco Supertech R10, certificato ECE / DOT / FIM, raggiunge la ragguardevole cifra di 1.540 grammi per la taglia media, offrendo all'S-R10 un rapporto estremamente elevato tra prestazioni e protezione e peso.

Articoli che potrebbero interessarti