Tu sei qui

SBK, Bautista-Razgatlioglu-Rea: il primo confronto dell’anno è nei test a Jerez

La Superbike riaccende i motori nella due giorni di test del 24 e 25 gennaio, dove andrà in scena la prima sfida tra i tre protagonisti più attesi del Mondiale. In azione anche Iannone, Petrucci e Bassani, oltre a Bradl con la Honda MotoGP

SBK: Bautista-Razgatlioglu-Rea: il primo confronto dell’anno è nei test a Jerez

Pur essendo ancora pieno inverno, saranno due giornate belle calde quelle che aspettano i piloti della Superbike a Jerez, mercoledì 24 e giovedì 25 gennaio. Probabilmente non dal punto di vista climatico ma certamente sotto al profilo dell’azione in pista, visto che questa due giorni di test andalusa sarà l’occasione per vedere il primo confronto dell’anno tra Alvaro Bautista, Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea. 

Un piccolo antipasto di quelli che potrebbero essere i valori in campo in questa nuova stagione del Mondiale SBK, che vedrà il due volte iridato fare i conti con una Ducati appesantita dalla zavorra. Mentre i suoi due rivali saranno chiamati a trovare il feeling e la giusta confidenza con le proprie nuove moto, dopo i rispettivi passaggi in BMW e in Yamaha.

Una sfida attesa soprattutto da Toprak, che avrà la possibilità di cominciare a farsi un’idea più precisa del potenziale della sua M 1000 RR, saggiando la nuova arma in condizioni un po’ più favorevoli rispetto a quelle che, lo scorso dicembre, hanno tenuto a battesimo i suoi primi giri con la moto bavarese. Non bisogna infatti dimenticare che gli obblighi contrattuali con la Yamaha hanno impedito al campione turco di partecipare ai primi test collettivi in ottica 2024, che si sono tenuti proprio a Jerez dopo l’ultimo Round del Mondiale 2023. Negandogli così anche la possibilità di avere un confronto diretto tra i suoi tempi e quelli dei suoi avversari.

BMW al completo, Rinaldi gira solo giovedì

Informazioni comunque utili alla Casa di Monaco di Baviera, che ha deciso di fare le cose in grande e schierare la sua formazione al completo in questa due giorni di collaudi. Agli alfieri ufficiali Razgatlioglu e Michael van der Mark, e ai due portacolori del team Bonovo, Scott Redding e Garrett Gerloff, si uniranno infatti anche i nuovi piloti del test team BWM, Sylvain Guintoli e Bradley Smith, chiamati ad affinare ulteriormente lo sviluppo della moto tedesca.

Una corazzata a cui riuscirà a rispondere soltanto la Ducati nella giornata di giovedì, quando Michael Ruben Rinaldi e la Panigale V4R del team Motocorsa raggiungeranno in pista i loro compagni di marchio, dopo aver trascorso ai box il primo giorno di test. Mercoledì saranno infatti soltanto cinque le Ducati impegnate sul tracciato andaluso, che vedrà in azione i due piloti del team Aruba, Bautista e Nicolò Bulega, insieme alle Rosse indipendenti di GoEleven, Barni e Marc VDS, guidate rispettivamente da Danilo Petrucci, Andrea Iannone e Sam Lowes.

A Jerez riprenderà anche l’apprendistato di Axel Bassani in sella alla ZX-10RR schierata dal team ufficiale Kawasaki, accanto a quella dell’esperto Alex Lowes. Mentre Philipp Oettl continuerà il suo adattamento alla Yamaha di GMT94, accompagnato dalle moto ufficiali di Rea e Andrea Locatelli, e dalle R1 GRT di Dominique Aegerter e Remy Gardner. In pista anche il team Puccetti Racing con Tito Rabat, oltre ai due alfieri ufficiali di HRC e al tester Stefan Bradl, che scenderà in campo con la Honda di MotoGP per continuare i lavori in vista dei prossimi test a Sepang.

Articoli che potrebbero interessarti