Tu sei qui

In moto come in Formula1: Radio Box con Cardo a Vallelunga

VIDEO - In moto siamo abituati ad ascoltare solo il rumore del motore, ma questa volta grazie a Cardo ci siano sentiti dei piloti da F1, con tante informazioni in diretta e la possibilità di parlare con altri amici in pista con noi

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


A più riprese la MotoGP si è interrogata sulla opportunità o meno di inserire i ‘Team Radio’ attraverso i quali i box della F1 comunicano con il pilota alla guida della monoposto. Si tratta di conversazioni brevissime, ma indispensabili nella massima formula dell’automobilismo perché una gara di 300 Km non è solo velocità pura ma anche molta strategia.

Il motociclismo è diverso: i Gran Premi sono di poco più di 100 Km, le Sprint ancora meno, ma soprattutto il pilota - che oggi a già a che fare con levette e pulsanti, per non parlare di avvisi sul cruscotto - è troppo concentrato per potersi permettere il lusso di parlare.

Non è una questione di distrazione, perché i ragazzi della MotoGP fanno già cose che a noi comuni umani non riuscirebbero nemmeno in autostrada, ma proprio di opportunità legata alla differenza intrinseca del nostro sport: noi non siamo ‘comodamente’ seduti in un abitacolo, con lo sguardo fisso sulla pista, ma ci muoviamo - si muovono! - da una parte all’altra della moto con l’agilità di scimmie acrobate.

E poi quando parlare o mandare brevi messaggi? Beh, direte voi, sui rettilinei. Sì, certo, quando il pilota ha il casco a venti centimetri dagli scarichi della moto che lo precede! Diciamo la verità: anche se a volte guardando la F1 ci domandiamo come facciano i piloti ad affrontare curve in sequenza a quella velocità, dobbiamo considerare l’ambiente in cui sono immersi. Il loro corpo, benché sottoposto a svariati G non si muove di un millimetro, al contrario di quello del motociclismo.

Con questa convinzione in mente ci siamo decisi a fare una prova, ovviamente per giocare, utilizzando il sistema di interfoni CARDO nell’ultima evoluzione: l’EDGE, dotato anche di app con registrazione del dialogo. La casa di interfoni ci ha preparato, grazie ad AGV due integrali PISTA GP RR in carbonio con il sistema montato e grazie al team di Davide Giugliano, che corre nel mondiale Supersport con Oli Bayliss ed utilizza cuffie Cardo e alla disponibilità di Vallelunga, ci siamo gettati nell’impresa di fare un paio di turni ‘microfoni’.

Lo abbiamo fatto non solo pensando al nostro divertimento (quello era scontato), ma anche alle scuole di pilotaggio, il cui lavoro è quello di monitorare gli allievi nel briefing pre e post prova, indicando loro gli errori nella guida e nella impostazione delle curve.

Bene, con il sistema Cardo l’input ed i consigli dell’istruttore, in questo caso l’esperto e veloce Giancarlo Tiriticco, arrivano in modo molto più immediato e si trasformano in miglioramenti istantanei. Detto questo: girare in pista è un divertimento solitario, rispetto alle uscite fuori porta in cui già ora ci si diverte a scambiare due chiacchiere. Con l’utilizzo degli interfoni abbiamo scoperto una nuova dimensione del track day, e c’è da dire che ci siamo divertiti più del solito!

Photo ©Pierluca Brunetti

Un ringraziamento particolare alla pista di Vallelunga @FrancescoCassioli @FabioSeverini

Articoli che potrebbero interessarti