Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargarò: “Domani non attaccherò Martin al 100%”

“Ieri Jorge è stato criticato, ma oggi Pecco è stato fortunato perché due piloti non l’hanno attaccato, regalandogli punti. Marquez ha grande rispetto di Martin, ma ci ha provato"

MotoGP: Aleix Espargarò: “Domani non attaccherò Martin al 100%”

Share


A Valencia Aleix Espargarò sta facendo i conti con le sue precarie condizioni di salute. Un sabato complicato per l’alfiere Aprilia, che in gara si è dovuto consolare con il tredicesimo posto davanti a suo fratello Pol. L’alfiere Aprilia stringe quindi i denti, parlando del suo stato di forma riguardante la frattura alla testa del perone così come della lotta iridata tra Bagnaia e Martin.

“Devo ringraziare tutti i ragazzi che da quest’anno lavorano in clinica mobile – ha detto – spesso questo Campionato viene criticato, ma i medici hanno fatto un lavoro straordinario per mettermi nella condizione migliore da poter correre. Oggi mi hanno fatto un’iniezione e per poco non ero morto dal dolore. Poi è stata la volta degli antiinfiammatori. Fortunatamente in gara non ho avvertito dolore, ma non avevo potenza e non potevo muovermi in sella alla moto come volevo. Ciononostante hanno tutti svolto un lavoro esemplare da ammirare”.

L’attenzione si sposta poi sul duello tra Bagnaia e Martin.
Ieri si è parlato molto del comportamento di Martin con Bagnaia, ma oggi Pecco è stato fortunato, perché due piloti non l’hanno attaccato, regalandogli punti. Alla fine però è giusto così. Qualora domani dovessi trovarmi nella stessa situazione con Jorge, io non lo attaccherò al 100%. Alla fine fa parte del gioco”.

Aleix entra poi nel merito
Marc, giusto per fare un esempio, oggi ha attaccato Jorge, anche se ha un grande rispetto nei suoi confronti. Io invece rimango della mia idea, perché a me non cambia finire quinto o sesto”.

In merito a chi sia il favorito, l’alfiere Aprilia non ha dubbi.
Pecco è avvantaggiato in termini di punti, ma oggi ha corso troppo sulla difensiva. Posso anche capirlo, perché non è nella situazione in cui non ha nulla da perdere. Per Jorge il discorso è invece l’opposto”.

L’attesa è quindi per domenica
“Per me domani sarà  importante finire la gara, a prescindere dalla posizione finale, perché voglio  abbracciare tutti i miei ragazzi una volta rientrato al box. Alla fine è l’ultima della stagione e ci tengo a ringraziare il mio gruppo”.

Infine una battuta sul tema legato alla pressione delle gomme, visto che oggi sono finiti nel mirino Marini e Morbidelli.
“Ne abbiamo parlato con Carlos Ezpeleta. Questa regola sta rovinando il Campionato e non è per colpa di Michelin, ma è l’Organizzatore che lo vuole. Con questa regola nel 2024 il Mondiale sarà deciso dalle sanzioni degli pneumatici”.

Articoli che potrebbero interessarti