Tu sei qui

Razali: addio alla MotoGP, il team RNF sarà acquisito dall'americana Trackhouse

Il manager malese ha annunciato la sua uscita dalla squadra che continuerà a correre con Aprilia: il manager ed ex pilota Justin Marks sarà il nuovo proprietario

MotoGP: Razali: addio alla MotoGP, il team RNF sarà acquisito dall'americana Trackhouse

Share


Razlan Razali ha dato l’addio alla MotoGP e al suo team RNF, nato dalle ceneri del Sepang Racing Team quando, a fine 2021, Petronas aveva deciso di abbondare la classe regina. Tutto era iniziato nel 2014, quando il team Malese aveva debuttato in Moto2 (tra le sue fila c’era anche Johann Zarco) prima di passare alla Moto3 nell’anno successivo. L’obiettivo era quello di portare alla ribalta mondiale talenti proveniente dalla Malesia (come Khairrudin e Norrodin) e dell’area asiatica (Sasaki debuttò proprio con il team malese). Nel 2019 l’ingresso in MotoGP con Yamaha e Fabio Quartararo e Franco Morbidelli come piloti, per poi aprire le porte nel 2021 a Valentino Rossi. Il 2022 è l’anno della nascita di RNF, con cui corse Dovizioso, una stagione che segnò anche il divorzio da Yamaha.

Razali, infatti, a fine anno vendette la maggioranza del team a Cryptodata e decise di passare ad Aprilia. Le cose, però, non sono andate secondo i piani e il nuovo azionista di maggioranza non ha tenuto fede alle promesse fatte. L’azienda rumena sembra abbia lasciato nel motomondiale un buco di circa 8 milioni di euro: non solo non ha finanziato il team, ma non ha nemmeno pagato Dorna per la sponsorizzazione del Gran Premio d’Austria.

Il team RNF è destinato a cambiare proprietà e, a seguito di un’operazione caldeggiata anche dall’ad di Aprilia Racing Massimo Rivola, sono stati trovati investitori negli USA. A breve, infatti, sarà annunciato il nuovo corso per RNF con l’ingresso degli americani di Trackhouse. Si tratta di un marchio lifestyle già presente nella Nascar che fa capo a Justin Marks, che ha un passato da pilota nelle corse e ha anche costruito una pista da kart nella Carolina del Nord.

Nell’attesa di un comunicato ufficiale, Razali ha affidato i suoi pensieri ai social network: “è stata una corsa incredibile. Un'opportunità unica nella vita di gestire e possedere un team di MotoGP nel Campionato del Mondo. Sappiamo cosa significa vincere e soprattutto perdere. Abbiamo lavorato con i più straordinarie persone provenienti da tutto il mondo. Abbiamo scoperto un campione del mondo in Fabio, siamo stati quasi campioni del mondo con Frankie, abbiamo avuto il GOAT Vale, la leggenda della MotoGP Dovi, abbiamo rischiato con Darryn e infine il dentista più veloce del mondo Miguel e un campione in divenire Raul. La squadra era la mia famiglia allargata, la mia seconda casa e dobbiamo essere orgogliosi di ciò che abbiamo raggiunto e siamo diventati. Cosa ci aspetta? Sarà un altro inizio, anche se diverso, e lo affronterò con il massimo coraggio ed emozione. Andiamo squadra!”.

Articoli che potrebbero interessarti