Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli:"non abbiamo combinato nulla: ci mancano passo e velocità"

Il pilota Yamaha boccia la prima giornata a Valencia: "Non abbiamo combinato nulla", ma ricorda con dolcezza il successo del 2020: "Il pensiero mi dà fiducia". Quindi sull'incontro con Espargaro dopo lo schiaffo del Qatar: "Parlargli mi ha fatto piacere".

MotoGP: Morbidelli:"non abbiamo combinato nulla: ci mancano passo e velocità"

Share


Non certo soddisfatto del suo venerdì al Ricardo Tormo, Franco Morbidelli si è detto stupito delle tante cadute che hanno caratterizzato entrambe le sessioni finora disputate.

"Malgrado un asfalto bello, liscio e con un buon livello di grip si sono verificate numerose scivolate e anche degli highside, il che è curioso - ha cominciato la sua disamina - Era difficile capire il limite?  Io sono rimasto in piedi, ciò significa che sono riuscito ad individuarlo abbastanza bene. Guardando a domani mi aspetto temperature più basse, ma nulla di cui lamentarsi".

Lo spirito battagliero sfoggiato dall'italo-brasiliano, non ha comunque contribuito a mitigare il disappunto per le sensazioni provate in sella alla sua M1. "Non siamo riusciti a combinare nulla. Quartararo è giunto 13esimo e io 14esimo. La situazione è la solita. Il passo è un'incognita e anche nel time attack siamo lontani dai migliori. In ogni caso voglio restare concentrato nella speranza di tirare fuori il coniglio dal cilindro e centrare il Q2 domani".

A spronarlo e confortarlo il ricordo della vittoria conseguita nel 2020. "E' sicuramente un pensiero che mi motiva. So di essere veloce qui e sono consapevole di ciò che posso fare", ha rilanciato, prima di passare ad un argomento caldo, ossia l'incontro con Aleix Espargaro dopo l'ormai famoso schiaffo sul casco da lui ricevuto durante le FP2 del Qatar.

"Mi ha fatto piacere parlare con lui - ha dichiarato- Tra questo episodio e l'infortunio ha avuto una settimana dura. Detto ciò si vedeva che era sinceramente dispiaciuto". 

Guardando invece all'interno del box blu e ai movimenti di tecnici e aerodinamici che si starebbero verificando, il 28enne ha negato di essersi accorto di qualcosa. "Io non ho visto niente. Quello che è certo è che la mia moto è la stessa dai test di Misano. Credo comunque che anche quella di Fabia non sia stata aggiornata".

 Infine un parere sulla Sprint Race quale innesco di molti contatti. "Rispetto all'avvio di campionato quando dovevamo imparare a leggerla ed interpretarla, le cose sono migliorate, anche se forse ora che siamo alla volata finale in tanti stanno tirando fuori gli artigli. All'inizio nei primi giri c'era un eccesso di foga da parte di tutti".

 

 

Articoli che potrebbero interessarti