Tu sei qui

MotoGP, Marini: "Aiutare Pecco domani? Più facile che lo chiedano a Bastianini"

"Se Tardozzi dovesse venire a chiedermi qualcosa, gli direi di si, ma non credo che Pecco abbia bisogno del mio di aiuto. Domani in Ducati Factory tireranno fuori i cavalli veri, sarà più dura per me passare la Q1 che per lui"

MotoGP: Marini: "Aiutare Pecco domani? Più facile che lo chiedano a Bastianini"

Share


Il venerdì di Valencia non è di certo stato positivo per Luca Marini, che ha chiuso la giornata con il 17° tempo mancando ovviamente l'accesso diretto alla Q2. Una caduta l'ha tolto dai giochi quando si è trattato di tentare gli ultimi time attack, ma in generale Luca non ha mai trovato una grandissima confidenza con la sua Ducati a Valencia, quella intesa necessaria per spingere davvero oltre il limite.

"Oggi è stata una giornata abbastanza dura per me, almeno con le gomme morbide soffro tanto - ha spiegato Marini - Mi sarei aspettato più grip con quella gomma, ma in realtà quando le monto il posteriore si muove molto e perdo grip. Ho provato a fare un confronto tra le gomme e soffrivo troppo con la morbida, penso che in gara utilizzerò le medie al posteriore. Per il time attack, mi succedeva di non sentirmi troppo a mio agio con la moto, mi mancava velocità per fare qualcosa di extra. Poi sono anche caduto ed è stata una brutta caduta. Il weekend è un po’ compromesso adesso, domani spero di passare dalla Q1 ma ci sono tanti piloti velocissimi. Se ci riesco e ritrovo buone sensazioni in Q1 penso di potercela fare".

Ma stai usando una moto molto diversa rispetto a quella di Losail?
"Penso di avere qui la moto che ho usato a fine 2022 nei test, ma soffro con il nuovo asfalto. Il fatto strano è che pur girando fortissimo, non si capisce se ci sia più o meno grip perché anche se i tempi mi dicono questo, io non mi sento bene sulla moto. Credo che il grip ci sia, ma se non sei a posto con la moto non si riesce a sfruttarlo. Non credo sia colpa delle temperature. Ci sono state tante cadute infatti ed è difficile capire la situazione. E’ molto facile iniziare a far derapare il posteriore in uscita e se lo fai, il posteriore continua a farlo per tanto tempo. Perdo molta accelerazione per questo, infatti sono costretto ad andare molto dolce con il gas. Ma la finestra di utilizzo corretta per me adesso è davvero molto stretta e poi mi manca velocità in ingresso curva. Dobbiamo trovare senza dubbio qualcosa".

La caduta invece?
"Ho solo frenato 5 metri dopo, ma per fortuna sto bene, non è successo nulla. Stavo cercando di fare qualcosa in più in ingresso curva per compensare quello che perdevo in uscita". 

Domani potresti essere un problema per il titolo per uno dei due contendenti.
"Spero davvero di essere un problema domani per il titolo! Io adesso penso al mio weekend, che è importante. Magari Ducati chiederà ad Enea di lasciare passare Pecco, il che sarebbe fantastico! Ma non credo. Penso che domani superare la Q1 sia davvero dura".

Vedi Pecco in difficoltà?
"I punti si assegnano solo domani e domenica, oggi non conta molto. Poi Pecco ogni venerdì non spinge mai troppo, non prende rischi".

Come giudichi il comportamento di Martìn di oggi?
"Non ho visto nulla tra Martìn e Bagnaia, ma me ne hanno parlato. So che è qualcosa che si può fare, punto. E’ possibile, non ci sono regole al riguardo quindi lo vedo normale per due piloti che lottano per qualcosa di così grande. Le provano tutte per vincere, è normale".

Almeno il nuovo asfalto come lo giudichi?
"Quando c’è un asfalto nuovo c’è sempre bisogno di un po’ di tempo perché si assesti, è del tutto normale. Però devo dire che hanno fatto un ottimo lavoro, le buche non ci sono. L’unica cosa che mi preoccupa è che è molto rovinato vicino ai cordoli in alcune curve al'interno, come se fosse sgranato e c'è poco grip lì".

Scelto già le gomme?
"Penso che dipenderà dalla temperatura per l’anteriore, si deve solo scegliere tra media e dura. Mentre per il posteriore sicuramente io andrò con la media perché con la morbida non vado avanti".

Se dovesse venire Tardozzi a chiederti di fare qualcosa per aiutare Pecco, cosa faresti?
"Secondo me lo diranno ad Enea non a me. Se me lo chiedono dico che va bene. Pecco però non penso che abbia bisogno di aiuti, lui corre con la Ducati ufficiale e domani tireranno fuori i cavalli veri e sono sicuro che avranno un bel po’ da tirare giù sui tempi. Anche io dovrò impegnarmi parecchio e temo che alla fine sia più difficile per me che per Pecco domani".

Articoli che potrebbero interessarti